Forestas, operai trasferiti da Irgoli a Orosei: è polemica

IRGOLI. Operai forestali costretti a viaggiare a Bidderosa: scoppia la protesta tra gli amministratori dei comuni della valle del Cedrino che dopo la lettera indirizzata nei primi giorni di dicembre...

IRGOLI. Operai forestali costretti a viaggiare a Bidderosa: scoppia la protesta tra gli amministratori dei comuni della valle del Cedrino che dopo la lettera indirizzata nei primi giorni di dicembre al presidente della Regione Pigliaru e all’assessore all’Ambiente Spano, reiterano la richiesta di sospendere il provvedimento che vedrebbe i quattro distaccamenti di Galtellì, Loculi, Onifai e Irgoli, accorpati alla sede di Orosei. Il presidente dell’Unione dei comuni, Giovanni Santo Porcu a dicembre aveva espresso il dissenso delle amministrazioni per il previsto accorpamento. «Il sito individuato è in una posizione del tutto marginale rispetto ai territori di competenza e la scelta operata da Forestas lascerà completamente scoperta la gran parte del territorio che in tempi recenti, ha subito catastrofi naturali dovute ad esondazioni e dove, la presenza degli operai forestali è stata di vitale importanza. Non da meno – proseguiva la nota – Lo sono stati nell’affrontare l’annosa piaga degli incendi in una zona con coperture boschive di alto pregio. La scelta non può essere di tipo economico – spiegava Porcu – in quanto il costo del canone per il presidio di Irgoli, baricentrico rispetto agli altri comuni, è di appena 5mila euro annui e accoglie oltre agli operai, mezzi di trasporto e attrezzatura». Circa 70 operai saranno quindi costretti a spostarsi verso il mare con problemi di percorribilità nei mesi estivi a causa del traffico e della presenza di strutture alberghiere. La richiesta dei sindaci è quindi quella di riesaminare la questione ragionando anche in termini di protezione civile e delle criticità presenti, considerando anche che nel territorio di Galtellì, all’interno dei cantieri forestali, esistono plessi che ripristinati, possono diventare sede di presidio. Ieri anche il sindaco di Irgoli Giovanni Porcu, ha scritto alla Regione e ai vertici di Forestas.

«Oltre alla gravità della decisione di trasferire gli operai a Bidderosa – dice – è anche incomprensibile la proposta di stabilizzazione che riguarda il personale dove non si terrebbe in alcun conto l’anzianità di servizio e dei ruoli svolti. Ci pareva che la soluzione adottata qualche anno fa nell’accorpare i quattro distaccamenti, rispondesse a condivisibili scelte di economicità ed efficienza potendosi considerare definitiva. Invece incomprensibilmente e spacciandola come una decisione indirizzata al risparmio, si procede ad un accorpamento più oneroso, inadeguato per l’efficacia degli interventi, foriero
di pericoli molto gravi sia per il personale comandato che per le popolazioni. Peraltro – conclude – gli impegni assunti dall’assessore dell’Ambiente in visita dopo il grave incendio al cantiere forestale di Irgoli il 13 luglio scorso, sono stati ampiamente disattesi». (s.s.)

TrovaRistorante

a Nuoro Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro