istituzioni  

Unione dei Comuni, Cardedu new entry

CARDEDU. L’Unione dei comuni d’Ogliastra si fa in sette. Il sodalizio guidato dal primo cittadino di Ilbono, Andrea Piroddi, giovedì ha deliberato l’adesione di Cardedu che già a marzo del 2017 dopo...

CARDEDU. L’Unione dei comuni d’Ogliastra si fa in sette. Il sodalizio guidato dal primo cittadino di Ilbono, Andrea Piroddi, giovedì ha deliberato l’adesione di Cardedu che già a marzo del 2017 dopo essere fuoriuscito dall’Unione dei Tacchi aveva chiesto di entrare nell’organismo costituito dai comuni di Lanusei, Ilbono, Elini, Loceri, Bari Sardo e Arzana. «Avevamo preso l’impegno politico con il collega di Cardedu, di deliberare entro il mese di marzo l’adesione del Comune di Cardedu alla nostra Unione. Così – spiega Piroddi – abbiamo fatto. Siamo molto lusingati di questa scelta da parte dell’amministrazione comunale di Cardedu e non vediamo l’ora di collaborare con Cardedu per lo sviluppo del nostro territorio». Sulla stessa lunghezza d’onda il primo cittadino di Loceri, Roberto Uda.

«Sono molto felice che l’Unione si possa allargare con l’ingresso di un comune i portanti come Cardedu. Ciò ci consentirà di migliorare i nostri servizi e visto il recente piano di sviluppo di poter programmare azioni integrate tra il mare e la montagna». Infine ci sono le dichiarazioni di Matteo Piras, sindaco di Cardedu. «Abbiamo atteso un anno e siamo pronti a dare il nostro contributo. Aspetto solo la comunicazione ufficiale
per l’insediamento» commenta l’amministratore comunale del centro costiero che aggiunge: «il desiderio sarebbe quello di un’Unione unica dell’Ogliastra. Mi piacerebbe che si aprisse un ragionamento politico e istituzionale in grado di inglobare tutti i comuni ogliastrini». (g.f.)

TrovaRistorante

a Nuoro Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro