Tossilo, il Tar boccia gli ambientalisti: promosso il Piano regionale dei rifiuti

Incredulità del comitato "Non bruciamoci il futuro". Il monito dei medici dell'Isde: "Con l'inceneritore rischi per la salute"

MACOMER. È stato rigettato dal Tar Sardegna il ricorso contro l’aggiornamento del Piano regionale di gestione dei rifiuti presentato dal comitato Non bruciamoci il futuro, Zero Waste Sardegna e i comuni di Arzana, Gavoi, Sarule e Olzai.

Di fatto la sentenza permette oltretutto la prosecuzione dei lavori della realizzazione del contestatissimo nuovo inceneritore di Tossilo in sostituzione dei due vecchi forni. Il ricorso al Tribunale amministrativo regionale riguardava la mancanza della Valutazione ambientale strategica sull’aggiornamento del Piano regionale dei rifiuti e l’esclusione degli enti locali, associazioni e soprattutto degli Enti parco regionali dalla partecipazione sulle scelte dell’aggiornamento del Piano.

Tutti motivi che i giudici amministrativi non hanno ritenuto fondati. Decisamente sconcertati e increduli per la sentenza del Tar Sardegna gli esponenti del comitato Non bruciamoci il futuro, dell’associazione Zero Waste e dei quattro comuni della Barbagia e dell’Ogliastra che hanno presentato il ricorso assistiti dall’avvocato Mauro Barberio.

Articolo completo nel giornale in edicola e nella sua versione digitale

 

TrovaRistorante

a Nuoro Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro