Truffa a un imprenditore di Cardedu, tre calabresi nei guai

Avevano messo in vendita on line un escavatore di cui non avevano la disponibilità, il compratore aveva versato tutto il denaro

NUORO. Avrebbero truffato un imprenditore ogliastrino che voleva acquistare un escavatore usato, ma sono stati scoperti dai carabinieri. Nei guai sono finiti tre giovani calabresi, tutti con precedenti per reati simili, denunciati per il reato di truffa in concorso alla Procura della Repubblica di Lanusei.

I tre, mediante vari raggiri nell'arco di un mese, nell'ottobre 2017 sono riusciti a farsi consegnare, tramite bonifici bancari, vaglia postali, ricariche su carte prepagate, diverse somme di denaro per complessivi 6.500 euro. Il tutto ha avuto origine quando su un noto sito internet era comparso l'annuncio della vendita dell'escavatore in ottime condizioni, con il recapito telefonico del venditore.

Dopo il primo contatto, il potenziale fornitore era riuscito ad ottenere la fiducia del suo interlocutore rendendosi disponibile a recapitare il veicolo di persona non appena si fosse concluso l'accordo. Poi con la scusa della presenza di altri acquirenti interessati al prodotto si è fatto consegnare una caparra come promessa di impegno per il

potenziale acquisto.

Il raggiro architettato dai tre è proseguito nei giorni successivi ma l'ignaro acquirente, nel momento in cui ha visto che l'escavatore non arrivava e le richieste di nuovi pagamenti diventavano sempre più assillanti, si è rivolto alla stazione dei carabinieri

TrovaRistorante

a Nuoro Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro