Invasi pieni, campagne a secco

La protesta degli agricoltori di Triei: «L’acqua arriva due volte a settimana». Cardedu senza condotta

TORTOLÌ. Irrigazione dei campi, ma anche mancanza di condotte: da Triei e Baunei, nel nord Ogliastra, che “vivono” il primo problema, fino a Barisardo e Tertenia, centri costieri del sud Ogliastra, si chiede un intervento in tempi stretti del Consorzio di bonifica d’Ogliastra (con sede nel viale Pirastu a Tortolì). L’ente territoriale ogliastrino è presieduto da poco più di un anno da Franco Murreli. Nella zona della piana di Triei e nel confinante territorio di Baunei, come lamentano gli agricoltori e gli allevatori, l’acqua irrigua, che si ha solo da fine aprile-maggio fino a settembre, viene erogata, per sollevamento, dal Consorzio di bonifica d’Ogliastra, solo due volte la settimana. «E tutto questo ha spiegato un agricoltore del paese – non basta affatto. Anche perché, gli orti con determinati colture vengono già impiantati a marzo. In questa maniera non si può andare avanti. Chiediamo che quantomeno durante l’estate, l’erogazione avvenga qualche giorno in più ogni settimana. Agricoltori e allevatori sono allo stremo». La sindaca di Triei, Anna Assunta Chironi, ricorda che dopo una richiesta del Comune, lo scorso anno, per un certo periodo, l’acqua per sollevamento, durante maggio-settembre, venne tre volte la settimana. «Il presidente del Consorzio di bonifica - afferma – è sempre disponibile, e abreve gli presneterò la stessa richiesta. Il Comune comprende bene le giuste esigenze degli agricoltori del paese» Stessa richiesta giunge dal suo collega di Baunei, Salvatore Corrias, per il quale «Nelle nostre campagne e in quelle di Triei, l’acqua per sollevamento (pompaggio) non può essere erogata solo due volte la settimana». Dall’altra parte dell’Ogliastra, in quella meridionale, nei due centri costieri di Cardedu e Tertenia, i primi cittadini chiedono che venga presto realizzata la nuova condotta irrigua. «I nostri agricoltori – afferma il sindaco di Cardedu, Matteo Piras – a causa di questo grave stato di cose devono spendere tanto per potere avere l’acqua nei campi. Per fortuna le nostre falde acquifere continuano a essere “vive”. Quando esisteva ancora il Consorzio di bonifica del Pelau-Buocammino, quantomeno gli agricoltori ricevevano aiuti nella pulizia delle vasche di accumulo e altro. I finanziamenti per la condotta che serva anche Cardedu e Tertenia, ci sono: il Consorzio li usi subito». Richiesta identica giunge dal suo collega terteniese, Giulio Murgia: «Al Consorzio di bonifica sono stati assegnati 4 milioni per la nuova condotta irrigua: li utilizzino subito perché l’agricoltura (e l’allevamento ndr) ne ha estremo bisogno, considerati già gli altri gravisismi problemic he deve affrontare». Il presidente del Consorzio di bonifica, Franco Murreli, annuncia che per la piana di Triei e Baunei si cercherà di venire incontro «ma le pompe di sollevamento per il pompaggio
sono le stesse che si utilizziamo per la zona irrigua di Villagrande e Talana». Per quanto attiene la nuova condotta irrigua per il sud Ogliastra spiega che «a breve verrà assegnata la progettazione e speriamo, se non vi saranno intoppi di assegnare i lavori nei primi mesi del 2019».

TrovaRistorante

a Nuoro Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro