Sanità, la deputata dei Cinque stelle ispeziona l’ospedale

Mara Lapia ieri ha visitato diversi reparti del San Francesco  «Straordinario impegno del personale ma numeri all’osso»

NUORO. Si è presentata di buon mattino in ospedale con un obiettivo: passare al setaccio luci e ombre della sanità nuorese. A partire proprio dal San Francesco, principale struttura sanitaria della Assl di Nuoro e importante punto di riferimento per città e territorio. La neo parlamentare pentastellata Mara Lapia, componente della commissione Sanità della camera dei Deputati, ieri ha varcato la soglia del presidio nuorese per la sua prima visita ispettiva. Iniziata (non proprio benissimo) nella hall del presidio. Qui ha potuto testare l’efficienza degli ascensori «Su cinque – ha detto – tre non funzionavano». L’ispezione è proseguita per tutta la giornata nei reparti e nel tardo pomeriggio non si era ancora conclusa. Riprenderà dopo il primo maggio ma questa prima full immersione è servita ad avere un quadro della situazione. «Abbiamo passato un’ora abbondante in ogni reparto e abbiamo avuto modo di constatare con mano i problemi» ha detto Lapia. Neurologia, ortopedia, chirurgia vascolare, otorinolaringoiatria, anestesia e rianimazione, ginecologia e blocco operatorio queste le unità dove l’onorevole del movimento 5 stelle ha riscontrato le stesse difficoltà. «A fronte dello straordinario impegno e del livello del personale medico e infermieristico ho registrato la carenza d’organico, in particolare di infermieri e operatori socio sanitari. E questo si ripercuote su tutti i servizi e in particolar modo sull’attività delle sale operatorie» ha sottolineato Lapia. «Ciò che mi preoccupa maggiormente sono i numeri del personale rispetto alle esigenze reali. Numeri che di fatto bloccano l’attività delle sale nonostante i sacrifici quotidiani degli operatori. In molti casi i chirurghi si trovano a dover rimandare gli interventi, tra le lamentele dei pazienti, perché l’equipe non è al completo. Nel migliore dei casi mancano 5 unità infermieristiche nel peggiore 8» ha spiegato il deputato. Ad accompagnare Lapia nella visita (preannunciata al direttore Assl Grazia Cattina qualche giorno fa) il collega deputato Andrea Vallascas e il portavoce del movimento Claudio Fancello. Le informazioni reperite nel corso delle ispezioni andranno a comporre un dossier che sarà al centro di un confronto con il direttore dell’area sociosanitaria nuorese e con l’assessore regionale alla Sanità Luigi Arru. «Vorrei – ha spiegato ancora la parlamentare – che queste ispezioni siano viste come qualcosa di costruttive. Dobbiamo collaborare per risolvere il problema sanitario nel centro Sardegna». L’attività dell’avvocato di Posada (eletta nel collegio che ricomprende anche
l’Ogliastra) proseguirà negli altri ospedali del territorio. Una volta conclusa l’ispezione al San Francesco Lapia visiterà anche le altre tre strutture. Prima Sorgono poi Isili e, infine, Lanusei. «L’ obiettivo – ha concluso – è quello di risollevare le sorti della sanità nuorese».

TrovaRistorante

a Nuoro Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community