DORGALI  

Sa barva, dove c’erano i vandali ora c’ è un parcheggio custodito

DORGALI. Le centinaia di escursionisti che annualmente frequentano il territorio di Dorgali alla ricerca di emozioni tra il Supramonte di Dorgali, Oliena, Orgosolo e Urzulei possono stare tranquilli...

DORGALI. Le centinaia di escursionisti che annualmente frequentano il territorio di Dorgali alla ricerca di emozioni tra il Supramonte di Dorgali, Oliena, Orgosolo e Urzulei possono stare tranquilli quando parcheggiano la loro auto a Sa Barva. Nella “stazione di smistamento” nella valle di Oddoene, dove nel recente passato si sono registrati diversi episodi di danneggiamento alle auto parcheggiate, ora c’è un parcheggio che ha trasformato il tutto in un brutto ricordo. Merito dell’iniziativa di due giovani dorgalesi, Giuseppe Rodriguez e Gianni Mula, titolari del chiosco Sa Barva, che hanno creato un parcheggio custodito per le auto. «Abbiamo avuto una concessione comunale per il bar dove serviamo prodotti tipici di Dorgali e il parcheggio» dicono. Il punto ristoro prende il nome della località, a due passi dall’omonimo ponte danneggiato dall’alluvione del 2004. «La nostra società – aggiunge Rodriguez – è nata qualche anno fa dopo tanti sacrifici. Nel 2015 abbiamo inaugurato il punto di ristoro. Siamo nati con l’intento di dare un servizio di parcheggio custodito dopo tante lamentele sui danneggiamenti delle auto in sosta lungo la strada per Tiscali e Gorroppu. E serviamo anche da Info point».

Sa Barva è il punto di partenza per le escursioni a Tiscali, e Gorropu e per gli appassionati di freeclimbing. Un turismo in continua espansione:
sono centinaia gli arrampicatori che arrivano da tutta l’Europa. Durante queste ultimi ponti festivi, si sono registrati centinaia di presenze nel territorio alla destra della gola dove scorre il fiume Flumineddu e che dopo qualche chilometro si butta nel lago Iriai. (n.mugg.)

TrovaRistorante

a Nuoro Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro