barisardo 

Dopo l’assalto al corriere è caccia ai ladri: rubati 3.300 euro

BARISARDO. Proseguono senza sosta le indagini dei carabinieri della compagnia di Lanusei e degli agenti della Polizia di Stato per cercare di risalire al commando malavitoso (formato da due banditi...

BARISARDO. Proseguono senza sosta le indagini dei carabinieri della compagnia di Lanusei e degli agenti della Polizia di Stato per cercare di risalire al commando malavitoso (formato da due banditi non armati e con il viso coperto da passamontagna) che lunedì sera, in seguito a un blocco, da un furgone del corriere espresso Bartolini, ha rubato 1.500 euro in contanti e circa altri 1.800 in assegni.

Intorno alle 20.40, al chilometro 100 della strada statale 125-Orientale sarda, all’altezza di un cavalcavia ha bloccato, con una Golf Wolkswagen di colore scuro, un furgone Fiat Ducato del corriere espresso Bartolini, che effettua consegna e ritiro merce anche in tutta l’area ogliastrina. Il furgone era diretto a Cagliari. I due si sono catapultati nella cabina di guida, strattonando l’autista, e spingendolo, senza tanti complimenti, a terra. I due banditi, a volto coperto e non armati, sono quindi scappati: uno alla guida del Fiat Ducato (dove è rimasto il telefonino dell’autista) e l’altro della Golf. All’autista del mezzo di trasporto e consegna merce non è rimasto altro da fare che bloccare la prima auto che è transitata lungo la zona del cavalcavia del bivio per Barisardo e farsi accompagnare alla caserma dei carabinieri, dove ha raccontato tutto.

Le ricerche del furgone Fiat Ducato della società di corriere espresso Bartolini sono scattate nel breve volgere di pochissimi minuti. E i militari dell’Arma, guidati dal capitano Claudio Paparella, alle 22.20 hanno rinvenuto il furgone della Bartolini, lungo la statale 390, in località Pirarba, fra gli abitati di Loceri e Barisardo. Dall’interno mancavano i contanti
e gli assegni, per un totale di circa 3.300 euro, che l’autista teneva in un borsello nella cabina di guida. I carabinieri della compagnia di Lanusei hanno provveduto a rilevare impronte e altre tracce che i due malviventi avrebbero lasciato all’interno del Fiat Ducato. (l.cu.)

TrovaRistorante

a Nuoro Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro