sport e inclusione 

Al Sardinia Trail i corridori del gruppo “Sentieri di libertà”

ARZANA. Quest’oggi, grande festa alla partenza della tappa di Arzana della settima edizione del Sardinia Trail. L’importate manifestazione sportiva di corsa in montagna ospita infatti alcuni ragazzi...

ARZANA. Quest’oggi, grande festa alla partenza della tappa di Arzana della settima edizione del Sardinia Trail. L’importate manifestazione sportiva di corsa in montagna ospita infatti alcuni ragazzi del progetto sperimentale “Sentieri di libertà”, il progetto di trekking-terapia, ideato dal dottor Alessandro Coni del Centro di salute mentale dell’Assl di Sanluri e dall’associazione Andalas de Amistade, che nel 2016 ha invaso pacificamente i paesi Ussassai, Ulassai e Osini (tutti nell’area della vallata del Pardu e dei Tacchi) con 250 “camminatori” tra pazienti, esperti e operatori della salute mentale, che hanno scoperto i percorsi dell’Ogliastra. La rappresentanza di “Sentieri di iibertà” questa mattina sarà alla partenza della seconda delle tre tappe del Sardinia Trail, la Arzana-Desulo-Arzana (in località Ruinas) la più dura delle tre, guidati dalla dottoressa
Mariella Zoncheddu, uno dei terapeuti che segue il progetto “Sentieri di Libertà” sin dalla sua nascita. La tappa odierna della gara di corsa in montagna, toccherà anche Punta La Marmora, ed è lunga 42 chilometri, / dislivello + 1691 metri/ dislivello – 1671 metri. (l.cu.)

TrovaRistorante

a Nuoro Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro