carabinieri 

Due auto in fiamme a Villanova Strisaili Ricettazione a Ulassai

VILLANOVA STRISAILI. L’incendio, chiaramente doloso, di due autovetture (senza targhe e senza numero di telaio), che di sicuro erano state rubate, sotto un cavalcavia a diversi chilometri da...

VILLANOVA STRISAILI. L’incendio, chiaramente doloso, di due autovetture (senza targhe e senza numero di telaio), che di sicuro erano state rubate, sotto un cavalcavia a diversi chilometri da Villanova Strisaili, oltre Pira Onni, lungo la vecchia strada per Corr’e Boi, e la denuncia, a Ulassai, di un allevatore nel cui ovile è stata ritrovata della rete metallica che venne rubata al Comune cinque anni fa. Su entrambi i fatti indagano rispettivamente i carabinieri delle compagnie di Lanusei e di Jerzu.

Dal comando provinciale di Nuoro dell’Arma, è stato precisato che, in località Ponte Su Muru – che si trova poco oltre la cantoniera di Pira Onni, lungo la vecchia provinciale per Corr’e Boi – diversi giorni fa, i militari del Pronto intervento della compagnia di Lanusei (guidata dal capitano Paparella)e una squadra dei vigili del fuoco sono intervenuti in seguito all’incendio di due autovetture: un’Alfa 147 e una Fiat 500. Le fiamme, che sono dolose, visto che le due auto erano senza targa e senza numero di telaio, sono state spente grazie all’intervento dei pompieri, che sono così riusciti a evitare ulteriori danni e più gravi conseguenze. Sono in corso indagini da parte dei carabinieri di Lanusei per stabilire chi possa avere appiccato le fiamme. Non viene comunque tralasciata nessuna pista.

A Ulassai, è invece finito nei guai un 50enne che è stato denunciato a piede libero, dai carabinieri della compagnia di Jerzu, con l’accusa di ricettazione. I militari hanno spiegato che durante dei controlli nelle campagne, durante la perquisizione dell’ovile, effettuata dagli uomini della stazione del paese della vallata del Pardu, sarebbe stata rinvenuta una rete metallica lunga 100 metri. E che è risultata essere stata rubata, ben cinque anni fa, al Comune di Ulassai. Il materiale ferroso è stato sottoposto a sequestro, ed è stato affidato al sopracitato ente locale, che risulta esserne il proprietario. Il cinquantenne
è stato denunciato a piede libero con l’accusa di ricettazione all’autorità giudiziaria competente. Ed è stato sottolineato che L’azione posta in essere dai carabinieri del comando provinciale di Nuoro per il contrasto ai reati predatori, continuerà senza sosta. (l.cu.)

TrovaRistorante

a Nuoro Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro