Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Gli atleti speciali Speedy sport brillano ai nazionali di Firenze

OROSEI. Non finiscono di stupire gli atleti speciali della SpeedySport che da Firenze dove si sono svolti i campionati nazionali di atletica leggera agonistico e promozionale, sono tornati con un...

OROSEI. Non finiscono di stupire gli atleti speciali della SpeedySport che da Firenze dove si sono svolti i campionati nazionali di atletica leggera agonistico e promozionale, sono tornati con un carico di medaglie. A rappresentare la società che raggruppa ragazzi di Orosei, Galtelli, Bitti ,Onifai, Irgoli, Loculi, Dorgali, Posada, Torpe, San Teodoro, Lode, Orune erano in 13 che accompagnati dal tecnico Graziella Chessa . Le gare si sono svolte presso lo stadio Luigi Ridolfi, con 440 atleti iscritti in rappresentanza di 47 società provenienti da tutta l’Italia. I ragazzi della SpeedySport si sono cimentati in diverse specialità dell’atletica leggera: salto in lungo, lancio del vortex, 400 cammino/marcia, 200 ,400 , 80 e 60 piani . Questi i partecipanti : Arialdo Cocco e Ivano Mannu da Bitti; Tony Cucca, Marina Bacchitta, Roberta Simula, Fabio Pittalis, Gianni Patteri di Dorgali; Nadia Cosseddu e Ines Falchi da Galtelli; Gonaria Chessa, Pasqualina Mameli e Andrea Angioi da Irgoli e Luciano Succu di Onifai, accompagnati dal tecnico Graziella Chessa e da Giovanni, Gonaria e Anna. «Un evento – commenta Chessa – atteso da un anno dai ragazzi che hanno preparato una manifestazione cosi importante seguiti sulla pista del campo Osolai di Dorgali, da tecnici specializzati. Tutti i ragazzi hanno fatto una bellissima esperienza. Dal punto di vista tecnico i nostri campioni hanno brillato raccogliendo 3 ori, 4 bronzi e 2 argenti, migliorando tutti i loro personali e tornando in Sardegna con un carico importante di autostima». Felici anche i genitori dei ragazzi, in particolare Gonaria Saggia che ha accompagnato Nadia e Ines all’udienza dal Papa, prima di volare a Firenze per i campionati.