Il Distretto aerospaziale: «Aeroporto, sì all’affitto»

Tortolì, i vertici del Dass ribadiscono però di non volere acquisire la struttura «Il nostro interessamento è solo relativo a una possibile gestione dello scalo»

TORTOLÌ. Aeroporto costiero: il Distretto aerospaziale della Sardegna (Dass) non ha presentato alcuna manifestazione di interesse per l’acquisizione delle quote dell’AliArbatax spa in liquidazione (il liquidatore è l’avvocato Stefano Monni), società proprietaria dello scalo che ha come socio unico il Consorzio industriale dlel’Ogliastra. A ribadirlo, già lunedì sera, dopo la conclusione dei termini per la presentazione delle sopracitate manifestazioni di interesse, è stato il presidente dello stesso Distretto aerospaziale della Sardegna, Giacomo Cao. «Come ho ricordato altre volte – ha evidenziato Cao – nonché anche il 16 ottobre dello scorso anno nel corso di una riunione tenutasi nella sede dell’ex Provincia Ogliastra a Tortolì, siamo sempre interessati all’aeroporto ogliastrino, ma come affitto o gestione, da utilizzare per le varie attività dei nostro soci. Non siamo stati e non siamo invece interessati all’acquisizione delle quote di AliArbatax spa in liquidazione perché non abbiamo le risorse per poterlo fare».

Nel tardo pomeriggio di lunedì, come già annunciato dal presidente del Consorzio industriale Ogliastra, Matteo Frate, l’assemblea degli azionisti dello stesso ente territoriale ha deliberato «di dare mandato al presidente per intavolare la trattativa negoziata con i quattro soggetti che hanno manifestato interesse all’acquisto delle azioni di AliArbatax». Si tratta della compagnia aerea Winfly (il cui amministratore è Alfredo Cestari), dell’imprenditore pescarese Antonio gentile (con interessi immobiliari a Tertenia), e di due società internazionali: una svizzera e una piccola compagnia aerea della Svezia. «La trattativa – come ha evidenziato il presidente del Consorzio industriale Ogliastra – ha l’obiettivo di individuare il miglior offerente in grado di dare le opportune garanzie per la riapertura dello scalo aereo tortoliese al traffico commerciale e a effettuare gli investimenti necessari al rilancio della strategica infrastruttura del territorio».

Anche il sindaco Massimo Cannas, spera che possa rilanciare quanto prima lo scalo aereo chiuso da poco meno di sette anni. «Continuiamo a lavorare di concerto con il Consorzio industriale Ogliastra – afferma il primo cittadino – per riuscire a individuare
l’imprenditore (o società) che offra le maggiori garanzie, secondo legge, per potere rilanciare il nostro aeroporto. Che continua a essere strategico nel futuro del territorio. Il nostro impegno così come è sempre avvenuto, continuerà a essere totale per dare un futuro all’aeroporto».

TrovaRistorante

a Nuoro Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro