Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Tutti i mali della sanità sindaci e cittadini sul piede di guerra

LANUSEI. All’indomani dell’assemblea dei sindaci ogliastrini, che ha eletto alla guida della conferenza sociosanitaria il primo cittadino di Lanusei Davide Burchi, scoppia la protesta. Una protesta...

LANUSEI. All’indomani dell’assemblea dei sindaci ogliastrini, che ha eletto alla guida della conferenza sociosanitaria il primo cittadino di Lanusei Davide Burchi, scoppia la protesta. Una protesta che coinvolge in prima persona il comitato Giù le mani dall’Ogliastra «Ussassai senza medico condotto; il servizio del 118 senza mezzi e personale; le patenti speciali ferme al palo; l’emodinamica pronta ma lo starter non da il via. Sono queste alcune delle criticità non risolte della sanità ogliastrina: una vera vergogna». L’attacco è l’ultimo di una lunga serie e non risparmia gli amministratori locali.

«Il nostro comitato già da marzo faceva presente la situazione che stava andando a crearsi in quel di Ussassai. La conferenza socio sanitaria ogliastrina che dovrebbe essere attenta controllore delle criticità dov'era fino ad oggi? Più che controllore ci pare controllata». Ora la palla passa nelle mani dell’organismo che, dopo un lungo confronto con il direttore della Assl ogliastrina Andrea Marras, ha chiesto un incontro urgente con l’assessore Luigi Arru e il direttore generale dell’Ats Fulvio Moirano. «Anche noi – sottolinea il sindaco Burchi – vogliamo risposte concrete sul mantenimento e potenziamento dei servizi sanitari. Non possiamo accontentarci dell’impegno, che pure è forte, del direttore Marras« sottolinea a questo riguardo il neo presidente della conferenza e che ha già chiesto un confronto con i vertici della sanità pubblica isolana. Tutto è rinviato all’incontro tra Regione, Ats e amministratori, incontro chiesto ad aprile.