torpè 

Al Ceas in vetrina il Popolo di bronzo

L’esposizione sui nuragici riporta i visitatori indietro nel tempo

TORPÈ. È stata inaugurata sabato scorso la mostra “Il popolo di bronzo” curata da Angela Demontis. L’artista, ha illustrato al numeroso pubblico il percorso di studio caratterizzato da rigore filologico e immaginazione che ha portato alla realizzazione dell'opera con l'analisi di centinaia di bronzetti nuragici rivenuti in tutta l’isola. La presentazione si è tenuta nei locali del Ceas porta del parco che assieme all'associazione culturale Sardus Pater cura l'importante evento culturale. Soddisfazione per l’evento, da parte del sindaco Omar Cabras che ha sottolineato l'importanza per la promozione del territorio, della connessione tra la proposta culturale e la fruibilità dei beni presenti nell’area del parco naturale regionale Tepilora, ente finanziatore della mostra. L’esposizione riporta il visitatore indietro a migliaia di anni fa, mostrando la popolazione della Sardegna con riproduzioni a grandezza naturale degli uomini e le donne del periodo nuragico, con i loro vestiti, armi, accessori e gioielli rigorosamente artigianali, con materiali, colori e tecniche plausibili e in uso nell’antichità. Un percorso corredato da numerosi pannelli esplicativi per adulti e bambini, guiderà il pubblico, con l'assistenza di personale preparato, in questo affascinante viaggio nell'età del bronzo.
L’esposizione si snoda tra la sala multimediale e un percorso corredato da pannelli esplicativi con l’assistenza di personale competente, in grado di soddisfare in più lingue la curiosità e l’interesse di appassionati e visitatori. L’ingresso è gratuito (orario 9.30-12.30 e 16.30-19.30).

TrovaRistorante

a Nuoro Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro