Anche Siniscola avrà la scuola civica di musica

La Regione ha comunicato la conclusione dell’istruttoria attivata dalla Giunta Il Comune sarà ente capofila in convenzione con i centri di Posada, Torpè e Lodè

SINISCOLA. Siniscola avrà la scuola civica di musica. Attraverso una nota, arrivata in Comune mercoledì 25, la Regione ha comunicato la conclusione dell’istruttoria attivata dalla Giunta Farris a seguito dell'interruzione della collaborazione con Orosei. Verificati così i requisiti di ammissibilità, sono stati fissati per il prossimo 15 ottobre i termini per il perfezionamento della pratica. L’istanza, presentata quest’anno, mirava al riconoscimento di una nuova scuola civica con Siniscola ente capofila, in convenzione con i vicini centri di Posada, Lodè e Torpè. «Ringraziamo le rispettive amministrazioni – ha dichiarato l’assessora Angela Bulla – per aver creduto come noi a questo importantissimo progetto. Siamo orgogliosi di aver raggiunto questo traguardo che consentirà agli iscritti di acquisire nuove conoscenze di carattere tecnico, professionale e ricreativo costituendo, inoltre, un’utile base per la prevenzione del disagio giovanile».

Confermata la sede centrale della scuola civica nelle strutture dell’ex casello del Genio civile, a La Caletta. «Una posizione baricentrica – così Bulla – rispetto al territorio dei diversi Comuni e vicina alle sedi delle scuole secondarie di secondo grado». Nel 2007 l’amministrazione comunale di Siniscola aveva aderito alla scuola civica di Orosei. Trascorsi dieci anni, esattamente il 31 luglio del 2017, l’assemblea civica oroseina presieduta da Nino Canzano aveva optato a maggioranza per lo scioglimento dell’istituzione con «contestuale passaggio di tutte le attività al Comune». Tra le motivazioni indicate quella di «razionalizzarne il funzionamento». A seguito di tale decisione, il Comune di Siniscola aveva comunicato (attraverso una nota del sindaco Farris, datata 20 ottobre dello stesso anno) l’intendimento di non proseguire la collaborazione, «considerata la difficoltà continuativa e persistente a garantire, da parte del Comune capofila, una comunicazione costruttiva tra gli enti associati e a rispondere efficacemente alle esigenze didattiche».
La Regione, come spiegato da Bulla, «concedeva finanziamenti al Comune capofila e solo una quota ridotta veniva assegnata a Siniscola, che comunque sosteneva anche i costi per l’acquisto e la sistemazione degli strumenti musicali, della sede, delle utenze idriche ed elettriche».

TrovaRistorante

a Nuoro Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro