Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Ritrovato furgone rubato a Torpè Vendita di armi, polacco nei guai

ARZANA. Proseguono i furti di mezzi che poi vengono ritrovati abbandonati e completamente divorati dalle fiamme in montagna. Qualche giorno fa, in località Tonneri ad Arzana, i militari della...

ARZANA. Proseguono i furti di mezzi che poi vengono ritrovati abbandonati e completamente divorati dalle fiamme in montagna. Qualche giorno fa, in località Tonneri ad Arzana, i militari della stazione di Villagrande Strisaili – al comando del capitano Claudio Paparella, comandante della compagni di Lanusei – hanno rinvenuto un furgone Mercedes risultato rubato nel mese di ottobre dello scorso anno a Torpé.

Il furgone completamente distrutto dal fuoco appiccato dai malviventi è risultato essere di proprietà del Consorzio agrario di Sardegna. Ora sono in corso indagini per cercare di risalire agli autori del furto e dell’incendio doloso del furgone che venne rubato da Torpé forse con l’intento di usarlo per qualche asione delittuosa.

Inoltre, sempre i carabinieri, nel corso di vari controlli contro l’abusivismo commerciale, lungo il litorale di Cardedu hanno sanzionato venditori ambulanti extracomunitari che sono stati sorpresi senza le prescritte autorizzazioni e anche senza il nulla osta dell’autorità marittima. Nei guai è finito anche un venditore ambulante, di 60 anni, di origini polacche. L’uomo è stato denunciato a piede libero con l’accusa di commercio non autorizzato di armi. Il 60enne aveva 24 coltelli serramanico che venivano messi in vendita sprovvisti delle autorizzazioni previste. (l.cu.)