macomer 

Il meticcio di due anni Chloè vince la gara “Gli Aristocani”

MACOMER. È proprio il caso di dirlo, che serata da cani la prima edizione de “Gli Aristocani: passiza canes 2018”, di scena a Macomer lo scorso 2 agosto. L’evento, che ha attirato in via Gramsci...

MACOMER. È proprio il caso di dirlo, che serata da cani la prima edizione de “Gli Aristocani: passiza canes 2018”, di scena a Macomer lo scorso 2 agosto. L’evento, che ha attirato in via Gramsci centinaia di persone, ha portato sul gradino più alto del podio Chloè, meticcio di quasi due anni, e Margò, sharpei di otto mesi. La prima cagnetta ha sbaragliato la concorrenza nella categoria “il cane più bello”, seguita al secondo posto da Yuki e al terzo da Nebbia. Margò ha ottenuto, invece, l’oro per la simpatia. Medaglia d’argento per Artù e di bronzo per Guendalina.

Ma a dire il vero sul podio sono finiti idealmente tutti gli amici a quattro zampe, 53 per la precisione, che insieme ai loro padroni hanno sfilato sul blue carpet allestito per l’occasione. Svariati gli attori che hanno reso possibile la manifestazione. Assessorato comunale al Commercio e alle Attività produttive, Confcommercio, Pro loco, commercianti di via Gramsci e Bonu Trau e gruppo facebook “Fai i tuoi acquisti a Macomer”, unendo le forze sono riusciti ancora una volta, a rendere alternativi i giovedì dell’estate macomerese. Ad animare la serata le ragazze dell’associazione Balù e gli speakers di Radio Libera Macomer, che attraverso la diretta facebook hanno catapultato l’evento sul web.

E poi non bisogna dimenticare loro, i giurati. Dieci tra bambini e bambine hanno avuto il compito, non semplice, di decretare i vincitori. Come detto, la partecipazione del pubblico è stata buona. Tanti, anche tra i padroni dei cani in gara, sono arrivati da altri paesi: Sindia, Scano Montiferro, Paulilatino e persino dal Belgio. Un successo, forse inaspettato, che non è escluso potrebbe far pensare a una seconda edizione di Passiza canes. Ma non esiste concorso senza premi. Chloè si è aggiudicata il soggiorno in una Spa, resta ancora da decidere la località. Margò e gli altri si sono portatati a casa scorte di crocchette, carne in scatola, delle gustose ossa. Gli sponsor hanno messo in palio anche un quadro, un buono pasto, prodotti per i capelli e per il corpo. Insomma, nessuno è andato via a mani vuote.

Neanche le volontarie di Facedog che, nel loro banchetto informativo, hanno venduto le copie del loro libro dal titolo “Una storia tarocca”. Col ricavato l’associazione Onlus potrà continuare ad aiutare
i cani abbandonati. Certo i fondi non saranno sufficienti, si confida sempre nella generosità delle persone. Solo grazie alle donazioni Facedog, da oltre cinque anni, svolge la sua preziosa attività prendendosi cura dei cani che, a differenza di quelli in gara, una casa non ce l’hanno.

TrovaRistorante

a Nuoro Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro