Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Sagra del vino: 39 anni di grande successo Domani Calici di Stelle

JERZU. Trentanove anni di Sagra del vino. Trentanove anni in cui il nome di Jerzu è legato al frutto più significativo della sua terra, tradizione e simbolo di una storia millenaria e, secondo i più...

JERZU. Trentanove anni di Sagra del vino. Trentanove anni in cui il nome di Jerzu è legato al frutto più significativo della sua terra, tradizione e simbolo di una storia millenaria e, secondo i più recenti studi, autoctona. I festeggiamenti dedicati all’ancestrale nettare di Bacco ha aperto ufficialmente l’agosto jerzese che per l’occasione ha accolto, come ogni anno, turisti provenienti da ogni parte d’Italia e dall’estero. Un appuntamento irrinunciabile, vero biglietto da visita del centro ogliastrino che ha vestito a festa le sue vie, le sue cantine e le sue piazze, presentando alle migliaia di visitatori i prodotti enogastronomici più tipici, affiancandoli ai manufatti artigianali e alle altre risorse locali, grazie anche al proficuo impegno di Pro loco, Comune e Cantina, nonché dei numerosi commercianti e privati, veri fautori del nuovo volto assunto dal Corso Umberto articolato in numerosi punti di distribuzione. Fortemente intrecciato al Festival dei Tacchi, il cui sipario si è alzato giovedì scorso, Jerzu Wine Festival 2018 sta riservando al suo affezionato pubblico un programma ricco e variegato che si è aperto con l’inaugurazione delle varie mostre: dalle case museo in centro storico al salone di auto d’epoca, passando per la “Viticultura eroica” dell’artista jerzese Antonio Aregoni. Nel pomeriggio, la tradizionale sfilata dei più importanti gruppi folkloristici della Sardegna, è stata una vera e propria esplosione di colori, tessuti e gioielli, all'insegna della più genuina tipicità e identità isolana: da Nuoro a Oristano, da Settimo San Pietro a Ottana, da Gavoi ad Abbasanta e poi ancora Ales, Arbus, Serri, Sorradile, Ula Tirso e naturalmente l’Ogliastra, rappresentata oltre che dal gruppo folk locale, Josto Miglior, anche da Lotzorai, Bari Sardo, Tertenia, fino a Escalaplano. Esibizione dei gruppi, degustazione dei vini e dei prodotti tipici, sulle note inconfondibili dell’Armeria dei Briganti e di Sista Namely & The Islanders nell'anfiteatro naturale di Piazza Europa hanno caratterizzato una Sagra del vino partecipata da migliaia di persone. Prossimo appuntamento domani, 10 agosto: Jerzu veste ancora i panni sontuosi della Città del vino. Saranno diciannove anni di Calici di Stelle. Un rosso passione che non conosce fine.