Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Pecore morte a Tertenia, non è lingua blu ma intossicazione

Pecore colpite dalla lingua blu

Le analisi dei veterinari escludono il morbo della blue tongue

CAGLIARI. La morte, nei giorni scorsi, di alcune decine di pecore verificatasi a Tertenia non è dovuta al virus della lingua blu, ma si ipotizza un'intossicazione correlata al terreno di pascolo e la cui origine è ancora da identificare. La conferma arriva dall'esito delle visite sul posto dei veterinari della ASSL di Lanusei e dell'Istituto Zooprofilattico di Tortolì e, soprattutto, dalle successive analisi di laboratorio condotte sui campioni prelevati nelle aziende interessate.

Nel corso delle visite i veterinari hanno potuto rilevare che le pecore in questione erano state condotte su un nuovo pascolo poche ore prima dell'inizio della improvvisa moria. Nessun sintomo di lingua blu è stato rilevato nelle greggi, né sono state rinvenute lesioni anatomo-patologiche riferibili al virus in alcune pecore morte che sono state sottoposte ad esame necroscopico. Gli esami di laboratorio condotti oggi all'Istituto Zooprofilattico a Nuoro hanno finora escluso la lingua blu.