Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Silanus in pellegrinaggio a piedi verso il santuario di san Basilio

SILANUS. Si ripete anche quest’anno, come da lunga tradizione, il pellegrinaggio a piedi verso il santuario campestre di San Basilio magno. Il 30 agosto prossimo una comitiva di fedeli partirà da...

SILANUS. Si ripete anche quest’anno, come da lunga tradizione, il pellegrinaggio a piedi verso il santuario campestre di San Basilio magno. Il 30 agosto prossimo una comitiva di fedeli partirà da Silanus per raggiungere la chiesa campestre situata nelle campagne di Nughedu Santa Vittoria, nell’alto Oristanese. Un percorso lungo 40 chilometri che i pellegrini faranno a piedi attraversando le campagne di Dualchi, Noragugume, Sedilo fino ad arrivare a destinazione. La partenza da Silanus è prevista per il pomeriggio alle 15,30 dalla piazza Itria. A metà percorso è prevista la sosta per rifocillarsi e per trascorrere la notte. Ad ospitare i fedeli ci penserà, come sempre, un allevatore di Sedilo che mette a disposizione la propria azienda per accogliere la comitiva. Il giorno dopo, il 31 agosto, si riparte, costeggiando il lago Omodeo, con destinazione finale il santuario campestre di San Basilio. L’arrivo al santuario è previsto per le ore 16, poco prima della celebrazione della funzione religiosa. Ad accogliere il gruppo ci saranno gli obrieri e gli amministratori comunali di Nughedu Santa Vittoria. Il pellegrinaggio a piedi da Silanus alla chiesa campestre è un evento che si ripete nel tempo. A conferma del legame che esiste tra queste due comunità, basta ricordare che intorno al 1950 i silanesi hanno eretto davanti alla chiesa un “muristene” che viene utilizzato come pertinenza per dare ospitalità ai visitatori. Il pellegrinaggio del 30 e 31 agosto è organizzato dall’associazione culturale Santu Sidore. I dirigenti invitano gli interessati a mettersi in contatto con loro per fornire tutti i dettagli dell’iniziativa e la logistica. È prevista la partecipazione di un centinaio di fedeli, tra i quali donne, bambini e di un 87enne che con grande agilità effettua la lunga passeggiata da ben tre quarti di secolo. (t.c.)