Scuole, cantieri e dialogo: i primi 3 mesi del sindaco

Oliena, il primo cittadino Congiu traccia il percorso fatto finora in Comune «Abbiamo rimesso in moto diversi progetti fermi e coinvolto la cittadinanza»

OLIENA. A tre mesi dal suo insediamento alla guida del Comune ai piedi del Corrasi, per nuovo sindaco di Oliena Bastiano Congiu è già tempo di fare un primo bilancio della sua avventura amministrativa. «Siamo partiti dal sistemare l’ordinario: questioni normali come tappare le buche delle strade e sistemare l’asfalto ma allo stesso tempo abbiamo messo in cantiere alcuni bandi regionali. Uno riguarda il completamento delle strutture sportive. Al campo mancano il completamento delle piste, le lunette, l’accesso all’interno, l’abbattimento delle barriere architettoniche. Il palazzetto, da tempo, versa in pessime condizioni ma Abbiamo partecipato ad un bando per la messa in sicurezza delle strutture».

Ma una grande attenzione, l’amministrazione Congiu, l’ha dedicata anche al settore istruzione, tramite il progetto Iscola. «Abbiamo attivato quattro appalti per tutte le strutture – spiega il primo cittadino – si tratta delle strutture di Santa Maria, via Einaudi, Predu Murta e Fala e Nodi. Abbiamo rimesso in moto diversi progetti fermi. Ma ci siamo mossi anche sul versante del bando Lavoras e grazie a questo bando ci saranno tre cantieri per quanto riguarda le strade rurali, l’edilizia scolastica e le case popolari». Ma nel suo intervento di bilancio, il sindaco Congiu non dimentica nemmeno di dedicare qualche parola ai suoi rapporti con l’opposizione.

«I rapporti con loro vanno bene – spiega – le critiche vanno bene se propositive. Come amministrazione siamo pronti la dialogo con tutti perché non abbiamo altri interessi se non quello del bene della comunità. Non abbiamo pregiudizi su nessuno e non vogliamo alimentare alcuno scontro. Se ci sarà strumentalizzazione, ci comporteremo di conseguenza».

«Vogliamo ricostruire un certo dialogo con la cittadinanza – aggiunge il sindaco Congiu – Finora, dove è stata coinvolta, come sul tema sentieristica del progetto Su Sercone, la cittadinanza ha risposto molto bene. Abbiamo coinvolto tutti gli operatori turistici, ci siamo confrontati per avere delle idee che poi abbiamo rigirato a Forestas».

E nel suo bilancio dei primi tre mesi, il primo cittadino di Oliena, non dimentica nemmeno il caso del ponte di Oloè, chiuso da tempo e sotto sequestro in attesa di alcuni lavori per la messa in sicurezza. E ricorda che la questione, purtroppo, sta creando non pochi problemi sia agli operatori turistici, sia agli agricoltori e pastori della zona. Ma c’è una questione, al di là di tutto, che
rende il sindaco Bastiano Congiu davvero orgoglioso: ed è quella di «avere portato la ludoteca comunale nell’ampio spazio dove ci sono anche gli anziani dell’Auser, all’interno del giardino Calamida. Perché fare in modo che due generazioni si incontrino è davvero un fatto importante».

TrovaRistorante

a Nuoro Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro