Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Lanusei, blitz in ospedale di dodici primi cittadini

«Situazione grave: evidenti criticità in radiologia, pronto soccorso e laboratorio» Martedì prossimo incontro a Cagliari con l’assessore regionale alla Sanità Arru  

LANUSEI. Verificare lo stato di attuazione della riforma sanitaria e il reale funzionamento dei vari reparti del presidio ospedaliero Nostra Signora della Mercede. Criticità sono state riscontrate soprattutto in Radiologia, al Pronto soccorso e nel Laboratorio analisi, dovute alle carenze in organico. Ieri mattina, per poco meno di cinque ore, dalle 9.15 fino alle 14, dopo essersi sentiti nei giorni prima, una dozzina di sindaci dell’area ogliastrina (su un totale di 22) hanno visitato il presidio. Tra i presenti, i primi cittadini di Lanusei, Tortolì, Arzana, Loceri, Girasole, Jerzu, Osini, Ulassai, e altri.

E proprio il primo cittadino di Girasole, Gianluca Congiu, che è anche il segretario della Conferenza territoriale socio-sanitari dell’Ogliastra (presieduta dal suo collega, il sindaco di Lanusei,Davide Burchi), spiega come è andata. «Nel corso della lunga visita in vari reparti del Nostra Signora della Mercede – spiega Congiu – abbiamo riscontrato delle criticità evidenti soprattutto inRadiologia, al Pronto soccorso e nel Laboratorio analisi. Il tutto dovuto alla carenza di organici. Abbiamo parlato con i medici, il personale infermieristico e i dirigenti dei reparti. Con gli utenti ogliastrini che si lamentano ogni giorno dello stato della sanità pubblica, parliamo quotidianamente». Il primo cittadino di Girasole annuncia che, dopo che la Conferenza territoriale socio-sanitaria dell’Ogliastra ha presentato una richiesta di incontro urgente in Regione, l’assessore alla Sanità, Luigi Arru, riceverà sindaci territoriali nel pomeriggio di martedì 28. «Una nuova riunioni della stessa Conferenza – prosegue Gianluca Congiu – l’avevamo già fissata, qui in ospedale, per la mattinata di lunedì 3 settembre. Ma la data potrebbe anche slittare di due giorni. All’ordine del giorno figura un solo punto, relativo all’esame della situazione della sanità nel nostro territorio (Ambito territoriale Ats Assl di Lanusei), vedasi soprattutto l’ospedale». Ma già sabato 11, in un documento della Conferenza territoriale socio-sanitaria dell’Ogliastra, parlando del nosocomio, era stato rimarcato che «gravi mancanza si registrano nei reparti di Radiologia, Pronto soccorso, Cardiologia e Rianimazione».

Alla riunione in programma nel presidio ospedaliero Nostra Signora della Mercede, sono stati invitati a partecipare anche l’assessore regionale competente, Luigi Arru; il consigliere regionale ogliastrino Franco Sabatini (Pd); il direttore generale Ats Sardegna, Fulvio Moirano; il direttore dell’Ats-Assl Lanusei, Andrea Marras; il sub commissario della Provincia Nuoro,Zona omogenea dell’Ogliastra, Tonino Mereu.