Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Arru rassicura i sindaci: l’ospedale non smobilita

L’assessore regionale alla Sanità ha incontrato la delegazione degli amministratori ogliastrini 

LANUSEI. L’ospedale avrà tutti i servizi previsti dalla riforma della Rete ospedaliera. E non smobiliterà. Ad assicurarlo, ieri mattina, è stato l’assessore regionale alla Sanità Arru, nel corso dell’incontro tenutosi a Cagliari con i sindaci di Ussassai, Ulassai, Tortolì, Barisardo, Lanusei, Arzana, Talana, Osini, Jerzu. Presente anche il consigliere regionale Franco Sabatini. Arru ha preso l’impegno di verificare rapidamente con l’Ats/Assl di Lanusei la situazione degli organici al Pronto Soccorso, in Radiologia e nel Laboratorio analisi, sottolineando anche che non solo il nosocomio ogliastrino è in sofferenza.

«L’operazione fatta con l’azienda unica – ha evidenziato – è stata gigantesca e ha richiesto un naturale periodo di assestamento. Certamente non c’è alcuna volontà di depauperare l’Ogliastra a favore di Nuoro, né di nessun altro territorio. Qui, come accade altrove, si avrà beneficio dalle stabilizzazioni e dalle assunzioni che Ats sta portando avanti». E ancora: «Sono già state assunte a tempo indeterminato oltre 500 persone e circa 200 infermieri stanno rientrando in Sardegna». Per l’assessore «non si tratta di processi semplici, ma mettere fine al diffuso precariato nel sistema sanitario» era un atto di civiltà indifferibile.

«All’assessore Luigi Arru – dice il sindaco di Ussassai, il più piccolo centro ogliastrino con 556 abitanti – abbiamo esposto i gravissimi problemi della sanità territoriale. Quindi non solo in relazione all’ospedale di Lanusei, ma anche al Distretto Ogliastra, con quanto si registra anche nei piccoli centri come il nostro. E ho ricordato ad Arru che deve dare un segnale forte, con la sua presenza alla riunione in programma il 5 settembre».

A fargli eco è il collega di Ulassai, Gian Luigi Serra, anch’egli presente all’incontro di Cagliari. «All’assessore – spiega – abbiamo fatto presente la situazione in cui versa la sanità nel nostro territorio. E ora, come ha annunciato, attendiamo qualche risposta effettiva già nella riunione in programma fra otto giorni, alla quale dovrebbe partecipare anche il direttore generale Ats Sardegna, Fulvio Moirano».