Bimbo annegato in piscina, il titolare: "Tragedia inimmaginabile, la vasca era sicura"

La mano del piccolo è rimasta incastrata in una valvola di 40 centimetri, oggi 4 settembre l'autopsia sul corpo del bambino

leggi anche:

OROSEI.
«È stata una fatalità, nessuno poteva pensare che potesse succedere. Ha infilato la mano in un buchetto così piccolo. Chi poteva immaginare che sarebbe arrivato fin lì? È stata una tragedia che nessuno si aspettava. Ma la piscina era a posto e in sicurezza, avevamo fatto tutti i controlli e il bagnino non era necessario. Quello era un buchetto così piccolo».

Con la mano destra mima il diametro della valvola della tragedia, Sergio Appeddu, titolare del residence Gli Ulivi di via del Mare, a Orosei, che insieme al residence il Rifugio, condivide la gestione e l'utilizzo della piscina dove domenica mattina 2 settembre è morto il piccolo Richard Mulas, di 7 anni.

La vasca è stata svuotata per fotografare metro per metro la valvola incriminata e lo spazio intorno. L'autopsia sul corpo del piccolo sarà oggi 4 settembre. Il sindaco di Irgoli, Ignazio Porcu, ieri ha annunciato che «il giorno del funerale in paese sarà lutto cittadino. Questa è una tragedia che ha colpito tutti».

TUTTI I PARTICOLARI SUL GIORNALE IN EDICOLA E NELLA VERSIONE DIGITALE

leggi anche:

leggi anche:

leggi anche:

TrovaRistorante

a Nuoro Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro