Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Macomer capitale dei poeti in limba

Gli autori del territorio protagonisti dei concorsi regionali Nelle ultime settimane ottenuti premi e menzioni d’onore

MACOMER. Gli autori del Marghine si confermano, una volta di più, tra i protagonisti principali dei concorsi di poesia in sardo organizzati in diverse località dell’isola. Numerosi i poeti del territorio che si sono messi in luce nelle ultime settimane. Gian Gavino Vasco, di Bortigali, ha trionfato nella sezione a versi liberi del concorso letterario Bardia di Dorgali con “Disanias”, è arrivato al secondo posto nella sezione in rima del concorso Armando Piras di Nuoro con “Iscutas de gosu” e ha completato la striscia vincente classificandosi terzo nel premio letterario “Gurulis Vetus” di Padria, dedicato alla figura di Gavino De Lunas, con l’opera “Cando naschet s’ispera”, ottenendo una menzione d’onore alla 37esima edizione del premio Posada, sezione a versi sciolti, con “Cuadru’e sa vida”. Un altro poeta bortigalese, Antonio Sannia, si è assicurato il terzo posto nella sezione in rima del concorso di Dorgali con l’opera “Aporrimi”, dedicata alla mamma novantaduenne, presente alla cerimonia di premiazione tenutasi domenica scorsa nella sala consiliare del comune. Sempre Sannia ha ricevuto una segnalazione a Posada per “Bisos”. Ottimi riscontri, ancora, per il decano dei poeti del Marghine, il macomerese Salvatorangelo Murgia, premiato con una menzione d’onore in tre concorsi diversi: al Bardia per “Bolos de fantasia”, all’Armando Piras per “Laras de rosa”, e al Premio Posada per “Una vida in campagna”. Da segnalare, inoltre, i buoni risultati ottenuti, a Dorgali, da due poeti di Sindia, Luigi Piu ed Elettra Vidili. Il primo ha ricevuto una menzione d’onore presentando alla giuria la poesia “Non bincat su male”, mentre la seconda è stata premiata con una segnalazione per l’opera “Sa cardeglina e su rusignolu”. Nelle prossime settimane si conosceranno, infine, gli esiti del concorso Santu Portolu-Marieddu Masala, bandito dalla Pro loco di Silanus ed articolato in due sezioni, una in rima, l’altra a verso libero.