il caso 

Tari, 14mila richieste di pagamenti arretrati

NUORO. Stanno arrivando in questi giorni nelle case di tantissimi nuoresi, seminando spesso il panico e scatenando una montagna di richieste di chiarimento in Comune: sono gli avvisi per il mancato...

NUORO. Stanno arrivando in questi giorni nelle case di tantissimi nuoresi, seminando spesso il panico e scatenando una montagna di richieste di chiarimento in Comune: sono gli avvisi per il mancato pagamento, o un presunto pagamento non regolare e completo della Tari per alcuni anni passati. In diversi casi, si tratta di errori di conteggio della Tari che il Comune aveva fatto a suo tempo – come nel caso del mancato conteggio di alcuni componenti di un nucleo familiare – e dei quali, tuttavia, lo stesso Comune si è reso conto e chiede ora ai contribuenti di pagare, perché si tratta di somme non ancora prescritte. Gli “avvisi bonari” inviati via posta nelle ultime settimane si riferiscono a due annualità: sono 6 mila per il 2013 e 8 mila per il 2014 e sono state mandati solo a una parte specifica di contribuenti, estraendo le situazioni che per il Comune presentavano anomalie. La maggior parte degli avvisi inviati dal Comune riguardano la differenza del numero di componenti del nucleo famigliare.

Chi dimostra di aver pagato o paga entro 60 giorni, non subirà l’accertamento vero
e proprio con l’applicazione della sanzione e degli interessi. In questa fase, quindi, a chi paga entro 60 giorni, l'amministrazione non applicherà nessuna morosità. L’avviso, sottolinea il Comune, è stato fatto nell’interesse del contribuente proprio al fine di evitare un accertamento.

TrovaRistorante

a Nuoro Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro