Dopo Oloè chiude il ponte di Papalope: allevatori disperati

Il sindaco di Oliena vieta il transito per motivi di sicurezza «Incolumità a rischio ma anche tutela di un bene storico»

OLIENA. «Non bastava il ponte di Oloè, adesso ci impediscono di attraversare il fiume anche nel ponte romano di Papalope». È l’amara considerazione di un imprenditore agricolo dopo la notizia della chiusura dello storico ponte data i giorni scorsi dal sindaco di Oliena Sebastiano Congiu per avvisare, la cittadinanza del provvedimento preso proprio dai tecnici comunali, per motivi di sicurezza. Non è escluso che a seguito del crollo del ponte di Genova ci sia stata un po’ ovunque un’accelerazione nei controlli per stabilire la staticità delle strutture. A seguito dell’ordinanza del sindaco, risultano vani i lavori di manutenzione della stradina comunale che consentiva a tantissimi allevatori e proprietari di aziende di bypassare il ponte di Oloè. Intanto fioccano le polemiche da parte di chi è costretto a giri interminabili per raggiungere il posto di lavoro. Dal canto suo il sindaco, alla luce dello stato di precarietà evidenziato dai tecnici del Comune non ha potuto che chiudere il passaggio per problemi di sicurezza. «La relazione – scrive Congiu – evidenzia uno stato di precarietà in termini di sicurezza del ponte di Papalope. Sono state riscontrate infatti diverse crepe e un ulteriore crollo di materiale dal pilone di sostegno. Pertanto con molta tristezza e preoccupazione per la situazione che si verrà a creare per i tanti pastori, agricoltori e tutti coloro che saranno costretti ad allungare il tragitto di percorrenza per raggiungere le aziende o le località costiere, siamo stati costretti ad adottare un’ordinanza di chiusura al traffico per veicoli e pedoni. Il provvedimento – sottolinea il primo cittadino di Oliena – si è reso necessario sia per tutelare l’incolumità delle persone ma anche per salvaguardare un monumento storico
e culturale come il ponte di Papalope. Come amministrazione ci stiamo adoperando a tutti i livelli, tecnici e politici, per cercare di trovare soluzioni alternative adeguate. A riguardo abbiamo allertato Prefettura, Regione, forze dell'ordine. Speriamo di avere risposte in poco tempo».

TrovaRistorante

a Nuoro Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro