Mab Unesco, in Baronia è il momento dei progetti

Oggi incontro dei rappresentanti dei diciassette comuni aderenti alla riserva Presto un concorso di idee rivolto agli studenti e un piano sulle rinnovabili

BUDONI. Si riunisce oggi il comitato di gestione della riserva di Biosfera di “Tepilora, Rio Posada e Montalbo”. Alle dieci nella sala consiliare vi sarà un resoconto del meeting di Somma Vesuvio cui ha preso parte Graziano Spanu con un intervento per illustrare quanto fatto dalla Riserva di Biosfera sarda. Il comitato Mab nazionale considera infatti “Tepilora, Rio Posada e Montalbo” una buona pratica ed un esempio soprattutto per le due nuove Riserve di Biosfera (Monte Peglia e Valcamonica) istituite lo scorso luglio. Il coordinatore Roberto Tola aggiornerà sugli sviluppi della collaborazione con l’Università di Cagliari per l’avvio del comitato Scientifico. Con l’Università di Cagliari e con tutti i soggetti che faranno parte del comitato scientifico, la Riserva di Biosfera ha intenzione di avviare strette collaborazioni per intensificare l’attività di studio e ricerca applicata sul proprio territorio in tutti i settori, sia quelli inerenti l’ambito naturalistico, sia quelli afferenti ai settori socio-economici e culturali. L’obiettivo è favorire sul territorio e nella comunità locali la conoscenza dei valori e delle potenzialità del territorio, stimolare l’innovazione e sostenere la creazione di nuove imprese, soprattutto giovanili.

La collaborazione con l’Ateneo di Cagliari è di fatto già iniziata da tempo e il professor Del Chiappa, responsabile del progetto, ne illustrerà i risultati. Antonella Piredda, dirigente scolastica di Siniscola, relazionerà sull’incontro di formazione offerto agli insegnati delle scuole del territorio in occasione della “Giornata mondiale degli insegnati dell’Unesco” nell’ambito del quale è stato anche “lanciato” il “concorso di idee” per gli studenti dei 17 Comuni della Riserva di Biosfera finalizzato ad individuarne il logo (il concorso scadrà a fine novembre). Interverranno quindi i rappresentanti dei Ceas di Bitti, Lodè, Lula, Onanì, Orune, Posada, Siniscola, Torpè, che costituiscono l’ufficio Mab della Riserva di Biosfera e Infine, Claudio Sanna giovane ricercatore di Lodè, attivo in un istituto di ricerca danese presenterà il progetto “Atla: condividere e mettere in movimento l’energia rinnovabile per crescere insieme” che potrebbe trovare campo di applicazione sperimentale proprio nel territorio della Riserva di Biosfera di “Tepilora
Rio Posada e Montalbo”.

Sono diciassette i comuni che compongono la Riserva di Biosfera di “Tepilora, Rio Posada e Montalbo” ovvero Alà dei Sardi, Bitti, Buddusò, Budoni, Galtellì, Irgoli, Lodè, Loculi, Lula, Onanì, Orune, Osidda, Padru, Posada, San Teodoro, Siniscola, Torpè.

TrovaRistorante

a Nuoro Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Stampare un libro risparmiando: ecco come fare