Dall’Itc Satta una app sul turismo

L’applicazione, sperimentale da tre anni, ha debuttato con successo alla manifestazione Mastros 

NUORO. Mastros e Massajos in Nugoro 2018 ha visto protagonisti tanti giovani studenti. Si è infatti rinnovata la partecipazione degli alunni dell’Itc Salvatore Satta all’appuntamento di Autunno in Barbagia. Una partecipazione nata dieci anni fa come prova simulata, durante la quale gli alunni curavano la presentazione in lingua straniera dei monumenti nuoresi e li descrivevano a docenti e compagni. «La collaborazione con il Comune di Nuoro, partita in sordina – racconta la docente Vina Cherchi, una delle coordinatrici dell’iniziativa – è diventata un appuntamento fisso per gli studenti e i docenti dell’Itc di Biscollai ed è stata via via arricchita di sempre nuove attività, fino all’edizione di quest’anno dove 115 studenti e una quindicina di docenti, coordinati da me e dalla collega Maria Domenica Gaddari, hanno contribuito alla manifestazione curandone alcuni aspetti importanti quali il Punto Informa (con la distribuzione del materiale e delle informazioni ai turisti ); il flusso di persone che si sono avvicinate allo stand è stato costante e tantissimi visitatori hanno usufruito del servizio che è stato offerto durante tutta la due giorni».

Ad accogliere e allietare i visitatori, i balli del gruppo folk degli alunni dell’Istituto accompagnati dall’organetto diatonico di Maria Antonietta Bosu. Alunni a disposizione per le visite guidate in italiano e in lingua straniera sui percorsi monumentali delle tradizioni popolari ed enogastronomici nuoresi: «Abbiamo effettuato 9 visite guidate per un totale approssimativo di 100 persone che hanno usufruito del servizio – raccontano dalla scuola – oltre alla distribuzione e raccolta di 150 questionari rivolti all’utenza turistica e 100 alle varie categorie (artigiani, hobbisti ecc)». I dati raccolti verranno analizzati per studiare la ricaduta economica e d’immagine della manifestazione nuorese. Ragazzi protagonisti anche nella Caccia al Nobel: studenti e docenti dell’Itc hanno guidato gli alunni delle terze medie e quinte elementari alla scoperta dei luoghi deleddiani, in un percorso di 7 tappe articolato come una caccia al tesoro. A spopolare è stata l’App on Mastros, realizzata dalle docenti Vina Cherchi e Maria Vittoria Angioi e promossa dall’alunno Mattia Cocco: nata già tre anni fa, è una web app scaricabile sul cellulare per ascoltare, sottoforma di audioguida in 5 lingue (italiano, inglese, francese e spagnolo e sardo nuorese) la descrizione di due itinerari, uno culturale ed uno dei prodotti tipici locali, nell’ambito della manifestazione. «Le realtà culturali, naturalistiche ed economiche della Sardegna si sono coniugate – spiega Vina Cherchi – nella realizzazione della nostra Web App, alle tecnologie dell’informazione e della comunicazione creando un prodotto moderno e interattivo, completamente fruibile da parte di tutti i tipi di utenza. Gli accessi durante l’evento sono stati 271». Tra le novità, la presentazione
della Nuoro Smart Gallery: un itinerario turistico, culturale e virtuale nel quale gli studenti corsi Turismo, Sia, Rim e Afm hanno utilizzato e ampliato le proprie competenze digitali creando una galleria multimediale che racconta il patrimonio archeologico storico e culturale di Nuoro.

TrovaRistorante

a Nuoro Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community