sabato e domenica 

Lanusei si prepara a celebrare i culurgionis Igp

Seconda edizione del festival dedicato al piatto simbolo della gastronomia ogliastrina

LANUSEI. Ultimi preparativi per la seconda edizione dell’atteso Festival “Culurgionis d’Ogliastra Igp”, che si terrà nel centro montano nei primi due giorni del prossimo mese. Gli organizzatori annunciano che saranno due giorni (sabato 1 e domenica 2 dicembre) «ricchi di eventi, sapori e profumi per proporre la pasta e il vino tipici del territorio ogliastrino». L’obiettivo di questa seconda edizione è appunto «promuovere e far conoscere nel mondo i culurgionis d’Ogliastra Igp, un marchio che rappresenta il territorio ogliastrino e la Sardegna in tutto il mondo».

Il programma proposto dal Comitato promotore, in collaborazione con Cna, Confartigianato, Banco di Sardegna, Pastaria, Camera di Commercio di Nuoro, Regione, Comune e pro loco di Lanusei – ai quali si stanno aggiungendo i Comuni e le Pro Loco dell’intero areale di produzione dei culurgionis) – è ricchissimo di eventi.Saranno due giornate ricche di eventi, sapori e profumi «che insieme alla pasta e al vino tipici, proporranno ai visitatori le peculiarità del territorio ogliastrino: agroalimentare, cultura, storia, artigianato artistico, archeologia e paesaggi mozzafiato». Nato lo scorso anno con il duplice intento di festeggiare l’ottenimento del marchio Igp e facilitarne la sua promozione, “Culurgionis d’Ogliastra Igp in Festival”, quest’anno ha l’obiettivo di bissare il grande successo della scorsa edizione, aumentando il numero di visitatori e dei territori coinvolti.

Già nella mattinata di sabato 1 dicembre è in programma l’apertura di stand per la degustazione lungo il centro storico, dove verranno rappresentati i paesi ogliastrini, ognuno dei quali proporrà i culurgionis secondo le proprie ricette tipiche.

«L’areale di produzione dei culurgionis d'Ogliastra – fanno rilevare gli organizzatori della “due giorni” – riguarda infatti tutto il territorio dell’Ogliastra, in cui ricadono i Comuni di Arzana, Barisardo, Baunei, Cardedu, elini, gairo, girasole, ilbono, Jerzu, Lanusei, Loceri, Lotzorai, Osini, Perdasdefogu, Seui, Talana, Tertenia, Tortolì, Triei, Ulassai, Urzule i, Ussassai, Villagrande strisaili.Per tradizione consolidata, tale areale si estende inoltre ai comuni della
provincia di Cagliari limitrofi all’Ogliastra: Esterzili, Sadali ed Escalaplano».

Durante la due giorni dedicata ai culurgionis ogliastrini è prevista anche una mostra-mercato con i prodotti di aziende dell’artigianato artistico provenienti da tutta la Sardegna. (l.cu.)

TrovaRistorante

a Nuoro Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller