lodè 

Gli studenti fanno tappa al parco grazie alla mostra su Tepilora

LODÈ. Nell’ambito di un progetto congiunto sulla comunicazione-informazione territoriale, il Ceas Montalbo (in collaborazione con il Parco di Tepilora e il Comune di Lodè) svolgerà domani lunedì 17...

LODÈ. Nell’ambito di un progetto congiunto sulla comunicazione-informazione territoriale, il Ceas Montalbo (in collaborazione con il Parco di Tepilora e il Comune di Lodè) svolgerà domani lunedì 17 per l’Istituto comprensivo di Torpè, scuola di Lodè, una visita guidata alla mostra fotografica “Parco Tepilora”. L’esposizione, collocata nella Porta del parco-Sa domo in Sa Rocca, nel suggestivo centro storico dell’accogliente villa medievale, nasce con l’intento di far conoscere ai visitatori la peculiarità, la bellezza e la curiosità del Parco. «La mostra – precisano gli organizzatori – nasce dalla consapevolezza che, nel pieno dell’epoca dell’immagine, è capace di veicolare simboli di appartenenza e valori identitari, ma anche evocali e promuoverli». E aggiungono che la visita guidata sarà, inoltre, «una occasione per i ragazzi della scuola primaria e secondaria di 1° grado di percorrere e conoscere il centro storico di Lodè, colmo di storia e di storie, di tradizioni e leggende non sempre raccontate e trasmesse, in grado di favorire un forte legame con i luoghi e le cultura locale». Questo, allorché gli obiettivi formativi del progetto si fondono con il compito del Ceas che è «quello di far conoscere, capire e tutelare la Natura agli studenti delle scuole di ogni ordine e grado, ai cittadini e ai turisti, ma anche quello di promuovere un territorio estremamente ricco di eccellenze
(Sic Montalbo, Paco Tepilora, Mab Unesco) e variegato di futuri ambiti di sviluppo (centro storico, siti archeologici, percorsi naturalistici, enogastronomia, artigianato, agroalimentare) legato a un turismo, sì ambientale, ma anche culturale, destagionalizzato e esperienziale».

TrovaRistorante

a Nuoro Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Stampare un libro risparmiando: ecco come fare