barisardo 

Caccia ai rapinatori degli incassi delle slot machine

BARISARDO. Proseguono le indagini dei carabinieri della compagnia di Lanusei, guidati dal capitano Claudio Paparella, per cercare di individuare i due malviventi che lunedì e martedì, sempre al...

BARISARDO. Proseguono le indagini dei carabinieri della compagnia di Lanusei, guidati dal capitano Claudio Paparella, per cercare di individuare i due malviventi che lunedì e martedì, sempre al mattino (alle 9.40 e alle 11) hanno messo a segno due rapine a mano armata nell’abitato di Lotzorai (nella zona di Donigala, lungo la strada per il mare) e nella sala giochi Gameland di via Tortolì a Barisardo. Nel primo caso, la rapina a un dipendente jerzese di una società che ha slot machine in tanti centri ogliastrini, ha fruttato 4mila euro, mentre martedì mattina, a Barisardo, il bottino è stato di circa 1400 euro. In entrambi i casi, ad agire sono stati due malviventi, pistola in pugno e con il volto coperto da passamontagna. Intanto ad Arbatax, nella nottata fra martedì e ieri, i carabinieri sono intervenuti per un’utilitaria, di proprietà di un arbataxino
di 27 anni, divorata dalle fiamme. Si parla di cortocircuito. Sul posto, in piazza Caduti, sono intervenuti anche i vigili del fuoco del distaccamento permanente di Tortolì e una squadra dell’Enel, perché le fiamme hanno interessato una centralina di energia elettrica. (l.cu.)

TrovaRistorante

a Nuoro Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller