Ilbono 

“Tres res”, premio alla 3ª elementare

Riconoscimento alla classe per le letterine in sardo ai Re magi

ILBONO. C’è anche una lettera partita da Ilbono tra le sessanta premiate dai Re magi, domenica mattina a Nuoro. Una letterina scritta rigorosamente in sardo, come richiesto dal concorso “Iscrie una lìtera a sos Tres res”, promosso dalla casa editrice Papiros e giunto ormai alla 27ª edizione. «Istimaus Res, augurios de coro de is pipias et de is pipius de sa terza elementari de Irbono» esordiscono gli studenti ogliastrini. «Bosatru eis cardeddau meda po erribari acantu fudi su Pipiu ci est nasciu in sa grutta et eis portau a issu arregalus specialisti ci Issu adi agradessiu meda. Istimaus Rees preguntaus a bosatru de ’uxiri peri a d’ogna pipia et pipiu de su mundu una strina speciali: unu circu annueu de paxi, unu sole de brexiu et una luna de istima».

La lettera dei bambini e delle bambine della 3ª classe di Ilbono è ora pubblicata nel libro “Lìteras a sos Tres res 2019”, stampato a tempo di record e donato in premio (assieme ad un puzzle con una illustrazione di Pia Valentinis) ai vincitori del concorso, ideato e gestito da Diegu Corràine, direttore editoriale della Papiros. Che domenica mattina ha chiamato a raccolta tutti i protagonisti nella chiesetta del Rosario a Nuoro per una grande festa con Mertzioro, Baldassarru e Gasparru. «Pensaus – scrivono i piccoli di Ilbono
– ca ci d’ogna pipia et pipiu tenente custas tres istrinas sa vida ada a essere prus bella po totus. Saludus meda de Giulia, Lucia, Angelica, Eleonora, Laura, Roberta, Samuel, Leonardo, Luca, Simone, Nicolò, Gabriele, Michele, Riccardo e Mauro». Quelli della 3ª classe di Irbono.



TrovaRistorante

a Nuoro Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller