Tutta la Barbagia prepara eventi tra rituali e divertimento

ORANI. Da Orani a Sarule, Ollolai, Olzai, Gavoi, Fonni, Lodine fino a Ovodda, la tradizione legata ai fuochi di Sant'Antonio nel pomeriggio in cui si celebrano i Vespri, è stata onorata nel migliore...

ORANI. Da Orani a Sarule, Ollolai, Olzai, Gavoi, Fonni, Lodine fino a Ovodda, la tradizione legata ai fuochi di Sant'Antonio nel pomeriggio in cui si celebrano i Vespri, è stata onorata nel migliore dei modi. Ieri infatti i comitati o più semplicemente i gruppi spontanei che ogni anno si dedicano all'organizzazione, hanno affiancato le parrocchie nel rinnovare anche per il 2019 una delle usanze più antiche e ricche di mistero, che si protrae da centinaia di anni. Grandi falò, la benedizione delle arance, i giri attorno al fuoco, la messa e il momento conviviale a base di dolci e vino. Momenti che in alcuni centri barbaricini sono accompagnati anche dalla prima uscita delle maschere tradizionali. A Orani la tradizione carnevalesca è legata alla figura di Su Bundhu: i giri attorno ai fuochi delle figure mettono in atto un rito propiziatorio legato alla fertilità della terra. Si apre così il carnevale che si preannuncia carico di eventi e di momenti comunitari ispirati all'usanza di vivere con grande libertà il periodo più pazzo
dell'anno. Sono già in gran parte definiti gli eventi legati a sfilate e feste in maschera che accompagneranno il prossimo periodo. Oggi, giorno esatto in cui ricade la ricorrenza legata al santo, le celebrazioni continueranno in maniera più raccolta con le messe.(michela columbu)

TrovaRistorante

a Nuoro Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community