Via al piano per Ottana 4 milioni per ripartire

La Regione ha pubblicato il bando per la ripresa di piccole e medie imprese I Comuni coinvolti sono 25. L’assessore Paci: opportunità di sviluppo per i giovani

OTTANA. È stato pubblicato ieri il bando da 4 milioni di euro a cui possono partecipare esclusivamente le piccole e medie imprese, sia nuove che già esistenti, dei 25 comuni della cosiddetta area vasta di Ottana. Il click day partirà il 15 marzo prossimo, ma, per snellire tutta la fase preliminare e procedurale, le domande con la documentazione potranno essere caricate a partire dal 16 febbraio. Il bando è una delle tre misure del piano straordinario per Ottana, che prevede risorse complessive per 16milioni e 400mila euro, messo in campo dalla Regione, attraverso l’Unità per Ottana presieduta dall’assessore regionale alla Programmazione, Raffaele Paci, per favorire la ripresa economica del centro Sardegna dopo la chiusura delle industrie. La pubblicazione del bando è stata preceduta da una articolata azione di animazione territoriale, finanziata con 110mila euro attraverso un accordo con la Camera di commercio di Nuoro, durata un mese, che ha visto la partecipazione, in otto tappe, di imprenditori, amministratori, associazioni di categoria, banche e liberi cittadini. L’animazione aveva un doppio obiettivo: informare le imprese del territorio e i potenziali investitori di tutte le opportunità e gli strumenti a loro disposizione e raccogliere le loro indicazioni per individuare i settori migliori su cui indirizzare il bando, che, proprio grazie alle informazioni raccolte, è stato e calibrato sulle esigenze e le caratteristiche del territorio. Un percorso difficile, che, tuttavia, si presenta come l’unica alternativa alla desertificazione industriale e del lavoro. «Non è facile ripartire dopo una crisi così pesante – sottolinea l’assessore Paci – e lo è ancora meno per una zona, come quella di Ottana, particolarmente colpita. Siamo fortemente convinti, però, che questo sia possibile puntando soprattutto su uno sviluppo diverso, sostenibile, capace di portare nuova occupazione e di dare ai giovani una seria opportunità per restare nella loro terra a costruire il loro futuro. Sono sicuro che la risposta delle imprese sarà quella che ci aspettiamo». Al bando, organizzato con la cosiddetta formula a sportello, cioè secondo l’ordine di presentazione delle domande, possono partecipare vecchie e nuove imprese per aumentare la propria competitività o per creare nuovo lavoro, con un investimento minimo di 15mila euro e un massimo di 500mila euro. I 25 comuni interessati al bando, individuati dall’Unità per Ottana
e dal gruppo di lavoro territoriale coordinato dalla Provincia di Nuoro, sono Austis, Birori, Bolotana, Borore, Bortigali, Dualchi, Gavoi, Lei, Lodine, Macomer, Mamoiada, Noragugume, Ollolai, Olzai, Oniferi, Orani, Orotelli, Ottana, Ovodda, Sarule, Sedilo, Silanus, Sindia, Teti, Tiana.

TrovaRistorante

a Nuoro Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Stampare un libro risparmiando: ecco come fare