Regionali, ultime ore per chiudere le liste Novità e conferme

Entro le 20 di domani la presentazione all’ufficio elettorale Tra le caselle da riempire, il caso dell’assessore Arru (Pd)

NUORO. Il conto dei giorni per la presentazione delle liste per le regionali è a “meno due”. Si vota il 24 febbraio e le liste devono essere presentate entro le 12 di domani, all’ufficio elettorale del tribunale. Nel collegio i Nuoro, le scelte in alcuni casi non sono fatte o comunque si aspetta sino all’ultimo minuto utile per ufficializzare i nomi. Per altro verso c’è chi ha pensato di non tergiversare, dare i nomi e aprire la campagna per il voto, anche per avere anche solo qualche giorno in più di vantaggio.

Forza Italia. Su questa linea si trova Forza Italia, nel gruppone di undici sigle a supporto di Christian Solinas. In lista per Nuoro e provincia Donatella Medde, insegnante di Oliena. Maria Moro, arriva da Ovodda, con laurea in tasca e il primo tentativo di guadagnarsi uno spazio nella politica. In corsa anche Giuseppe Talanas, neurochirurgo a Nuoro. Con loro i sindaci di Borore, Bastiana Carboni, e Galtellì, Giovanni Santo Porcu. Tra chi si propone all’esame del voto anche Stefano Coinu, ex sindaco di Fonni, che il posto nell’assemblea sarda lo vuole invece confermare.

Psd’Az. Sempre nel fronte del centro-destra, la dirigenza del Psd’Az conferma che è praticamente fatta per la candidatura di Antonio Belloi, ingegnere, sino al luglio scorso assessore della giunta comunale di Nuoro. I due nomi certi da tempo del posto sono quelli di Efisio Arbau, sindaco di Ollolai, e l’oroseino Franco Mula, che in consiglio regionale ha già fatto una legislatura.

5 Stelle. I candidati dei 5 Stelle, a sostegno di Francesco Desogus, si conoscono da tempo, non appena chiuse le votazioni (le Regionarie) per il collegio di Nuoro, attraverso la piattaforma Rousseau. In ordine del consenso, i nuoresi Graziano Artedino e Giuseppe Casula. E insieme, la dorgalese Elena Fancello, Riccardo Mureddu (Lodine), Lucia Argilla, di Bitti. Chiude un’altra nuorese: Chiara Contena.

Sardegna in Comune. I gruppi di centro-sinistra hanno sciolto le riserve solo in parte. A iniziare dal nuovo movimento politico, Sardegna in Comune. Ha ufficializzato da tempo la discesa sull’agone elettorale del vice-sindaco di Nuoro, Sebastian Cocco. Sicuri al suo fianco l’ex sindaco di Silanus, Luigi Morittu, il docente di Sorgono (dove è anche amministratore), Vincenzo Rodi. Nessuna comunicazione sulle tre donne che riempiranno le relative caselle a loro destinate. Certo è che saranno espressione del circondario nuorese, della Baronia. Così come Dorgali potrebbe indicare un’altra candidata.

Liberi e uguali. Giochi coperti dal riserbo tra Liberi e Uguali, se si esclude la certezza della presenza in lista di Giuseppe Dessena, attuale assessore della Cultura nella giunta Pigliaru.

Upc-Psi. Per il gruppo Upc-Psi il nome che è circolato è quello di Antonio Gaia, di Sarule, che tenterebbe così di guadagnarsi la riconferma
in consiglio regionale.

Pd. Il partito non ha ancora dato il via libera alla candidatura dell’assessore regionale alla Sanità, Luigi Arru, nel collegio di Nuoro, sua città di origine. Si aggiungerebbe a Roberto Deriu, Daniela Forma, Nanni Porcu e Valentina Schirru.

TrovaRistorante

a Nuoro Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO: DAL WEB ALLE LIBRERIE

Come vendere un libro su Amazon e da Feltrinelli