orani 

Paese innevato e disagi sulla 389 Il sindaco: «Più sicura la Ss 128»

ORANI. La neve scesa nella giornata di ieri è stata particolarmente copiosa in Barbagia. Le previsioni infatti non sono state smentite ma ampiamente confermate, sopratutto nelle zone con altitudine...

ORANI. La neve scesa nella giornata di ieri è stata particolarmente copiosa in Barbagia. Le previsioni infatti non sono state smentite ma ampiamente confermate, sopratutto nelle zone con altitudine inferiore ai 600 metri, dove i sindaci sono stati costretti a chiudere le scuole. Il primo cittadino di Orani è uno di questi. Ieri mattina è arrivata l’ordinanza da parte dell’amministrazione comunale guidata da Antonio Fadda che ha evitato agli studenti e al personale scolastico di mettersi in strada per raggiungere gli edifici scolastici. Allo stesso modo poco più in alto, a Sarule nel municipio guidato dal commissario Felice Corda. Mentre a Ollolai e Gavoi i sindaci Efisio Arbau e Giovanni Cugusi, così come a Fonni Daniela Falconi, si erano già attivati dalla sera prima, perché dai 700 metri in su la coltre bianca aveva già coperto tutto dalle otto di sera. Spazzaneve in azione e circolazione permessa solo alle auto munite di catene e o con gomme termiche, ma nonostante l’azione continuata dei mezzi per sgomberare le strade, la quantità di neve scesa ha comunque creato disagi alla circolazione. La strada di collegamento tra Orani e la strada 389 ieri mattina era difficilmente transitabile così come comunicato dall’amministrazione sulla propria pagina social, dove si invitavano gli automobilisti diretti a Nuoro a servirsi della strada statale 128 per Oniferi.

Sempre fondamentale il presidio delle forze dell’ordine. La polizia stradale ieri ha fornito continuamente indicazioni sulla situazione stradale sulla propria pagina facebook. In particolare sulla transitabilità della 389 Nuoro-Lanusei, sopratutto nel passo di Correboi, e sulla strada provinciale 7 che collega Desulo a Fonni nel passo di Tascusì. Per la giornata di oggi sono state già annunciate la sospensione della attività scolastica per le scuole di Fonni, Ollolai, Gavoi e Ovodda.

La tormenta che secondo le previsioni avrebbe dovuto finire alle 15 di ieri, è continuata invece fino a tarda serata.
Temperature sullo zero e la pericolosità dovuta alla possibile formazione di lastre di ghiaccio, nonostante lo spargimento di sale su tutte le strade, e il perdurare delle precipitazioni nevose hanno quindi portato i sindaci a chiudere per la seconda giornata gli edifici scolastici.

TrovaRistorante

a Nuoro Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller