Turismo tra bici e natura: Tortolì punta sulle ciclovie

Tre itinerari del territorio rientrano nel piano regionale di mobilità ciclistica L’assessore Mascia: «Sistemeremo anche punti ricarica per le bici elettriche»

TORTOLÌ. Puntare sulla mobilità sostenibile su due ruote: questo è uno degli obiettivi sui cui si sta impegnando l’amministrazione comunale costiera. Nel Piano di mobilità ciclistica redatto dalla giunta regionale, la cittadina rientra in tre differenti itinerari: Dorgali-Tortolì, Tortolì-Villaputzu e Isili-Arbatx (quest’ultimo nella sezione bici più treno). Ma anche nel contesto del Progetto di sviluppo della programmazione territoriale “Ogliastra, percorsi di lunga vita, all’Unione dei Comuni del nord Ogliastra, di cui la cittadina fa parte, vi è un progetto da 1,7 milioni, che prevede la realizzazione di una vera e propria litoranea per biciclette che dalla riva di ponente ad Arbatax, spiaggia La Capannina, arriva fino a Santa Maria Navarrese, attraversando anche le zone costiere di Girasole e di Lotzorai. Un altro progetto è relativo alla ciclabile Tortolì-litorale di Orrì. «Tortolì-Arbatax – afferma l’assessore comunale ai lavori pubblici, Fausto Mascia – crede molto in questo nuovo sistema di mobilità incentrato sull’utilizzo della bicicletta. Che è stato iniziato dall’ex assessore regionale ai lavori pubblici, Paolo Maninchedda, e portato avanti da suo successore in tale assessorato, ma sopratutto dall’assessora al Turismo, Barbara Argiolas». L’esponente dell’esecutivo comunale guidato dal sindaco Massimo Cannas ricorda anche che l’assessora isolana al Turismo, Barbara Argiolas, partecipando a un convegno sulle prospettive del turismo in Ogliastra , che si tenne nella cittadina a fine ottobre 2018 «parlò dei 30 milioni dell’assessorato per la rete delle ciclovie nell’isola, con 46 itinerari e i 2200 chilometri che avremo entro 10 anni». Un progetto mirato, che vede Tortolì-Arbatax, nella rete delle ciclovie isolane, presente in tre differenti itinerari, tutti molto suggestivi e caratterizzati da grandi ricchezze naturalistiche , storiche e archeologiche. A parere di Fausto Mascia, di anno in anno, cresce il numero di vacanzieri, per lo più stranieri, che utilizzano la bicicletta per i loro spostamenti a Tortolì-Arbatax e in altre zone ogliastrine. «A questi turisti – sottolinea l’assessore – dobbiamo riuscire a dare delle giuste risposte. Fra l’altro, verranno piazzati, nel nostro territorio, dei punti di ricarica per bici elettriche. E a
breve dovrebbe essere rifatto il bando per il bike sharing». Mascia conclude ricordando che al termine della stagione vacanziera 2018, all’hotel Arbatasar di Arbatax, giunsero, per una vacanza di due settimane, 90 ciclisti e cicliste danesi, che girarono l’Ogliastrea in lungo e in largo.

TrovaRistorante

a Nuoro Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller