Turismo, le biciclette elettriche arrivano sul Supramonte

Dorgali, l’agronomo forestale Alberto Nani lancia una nuova impresa

DORGALI. Fino a qualche anno fa andare per monti in bicicletta sembrava cosa impensabile. Oggi è diventato uno degli sport più amati dagli escursionisti e con le nuove tecnologie anche i più pigri possono godere delle bellezze della montagna e del territorio in generale. Nel Supramonte dorgalese adesso è arrivata anche l’eBike, la bicicletta elettrica. L’idea imprenditoriale è di Alberto Nani, dottore Agronomo forestale, guida ambientale escursionistica e attualmente presidente dell’Associazione guide Supramonte, che ha fondato l’impresa “Active holiday Sardinia”. Una novità che sta conquistando un po’ tutti. Tantissimi, e tutti entusiasti e positivi i commenti di chi ha provato questo nuovo modo di esplorare il territorio dorgalese, più di 24 mila ettari in un magico mixer tra mare, montagna, lago e fiumi.

Ecco alcuni commenti: «Una mattinata all’insegna dello sport, dell’esplorazione e della conoscenza, senza essere in alcun modo faticoso – commenta Paolo –. Grazie ad Alberto ed alle sue magnifiche biciclette, anche un territorio ostile come quello di Cala Gonone diventa decisamente più praticabile e bellissimo da esplorare». «Abbiamo fatto due bellissime gite in eBike in questo meraviglioso angolo di Sardegna. Alberto guida competente, accogliente ed organizzata, ci ha fatto conoscere segreti e curiosità di Dorgali e delle meravigliose zone vicine. Nuraghe mannu, le grotte di Ispinigoli ed il lago Cedrino: meravigliosi siti scoperti sulle due ruote. Un’esperienza unica da consigliare sicuramente! Da notare che anche senza essere allenati si riescono a percorrere lunghi tragitti senza alcuna fatica» dice Antonello. «Sono convinto che la ricchezza più grande del territorio dorgalese sia il suo ambiente, e che i suoi paesaggi siano il motivo principale per cui turisti da tutto il mondo vengono a trascorrere le proprie vacanze qui», dichiara l’imprenditore a chi gli chiede come mai abbia voluto investire in questa attività. Dorgali e Cala Gonone da anni sono diventati meta non solo per il turismo balneare, ma anche per il turismo ambientale e per chi ama lo sport e le attività all’aria aperta.

Questo nuovo segmento turistico è stato incentivato dalla varietà del territorio, che offre in pochi chilometri sia mare che montagna. Inoltre sono presenti molti attrattori naturali tra i quali alcune delle spiagge più belle della Sardegna, il massiccio carsico del Supramonte, il Canyon di Gorroppu, la valle di Oddoene e di Lanaitto, le grotte di Ispinigoli e del Bue Marino, i siti archeologici di Tiscali, Nuraghe Mannu, Serra Orrios e molti altri. «La sfida più grande che ci attende sarà quella di riuscire a preservare, valorizzare e possibilmente migliorare le preziose risorse

del nostro territorio – continua Alberto Nani –. Penso che questo sarà possibile solamente se si svilupperanno attività economiche che potranno trarre benefici da un’ambiente bello, naturale e sano, così da poter arrivare ad un giusto equilibrio tra ambiente ed economia».
 

TrovaRistorante

a Nuoro Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO: DAL WEB ALLE LIBRERIE

Come vendere un libro su Amazon e da Feltrinelli