udienza di convalida per l’investitore

NUORO. Tre morti sedici anni fa, uno nel 2015 e l’ultima vittima domenica notte. Questo per ricordare solo gli incidenti più gravi avvenuti lungo la strada provinciale che collega La Caletta a...

NUORO. Tre morti sedici anni fa, uno nel 2015 e l’ultima vittima domenica notte. Questo per ricordare solo gli incidenti più gravi avvenuti lungo la strada provinciale che collega La Caletta a Siniscola. Pochi chilometri di asfalto disseminato di croci a causa anche della scarsa visibilità e dell’assenza di manutenzione. Da tanti anni la Provincia, proprietaria della strada, non ridisegna le strisce che delimitano la carreggiata e la mezzeria centrale, e non aggiorna la segnaletica. Gli ultimi lavori sulla strada furono effettuati nel 2002 con la contestata rotonda della Marfili centrata anch’essa più volte da auto e autobus a causa della posizione infossata in cui si trova rispetto a chi proviene da Siniscola o dalla borgata marinara. Il buio pesto e la difficoltà di vedere la strada soprattutto quando si incrociano altri veicoli, è stato spesso oggetto di lamentele di tanti automobilisti che, negli anni scorsi, avevano interessato anche l’amministrazione comunale, che a sua volta aveva girato invano le segnalazioni alla Provincia di Nuoro. «I pericoli si sono aggravati da quando il Governo ha tagliato i fondi per la manutenzione alle province – spiega il commissario straordinario della provincia barbaricina Costantino Tidu – Nel corso degli anni le problematiche si sono ancora più accentuate per il calo del personale andato in pensione che non è stato sostituito. Adesso abbiamo ripreso gli interventi grazie al contributo della Regione e contiamo di intervenire anche sulle strade che da La Caletta portano a Siniscola e Posada. Più che altro stiamo lavorando sulle emergenze come la Siniscola–Lodè dove ieri abbiamo firmato la convenzione per partire con una prima messa in sicurezza e l’apertura della strada a senso unico alternato».

«Siamo invece riusciti ad avviare un intervento organico sulla provinciale 12 che va a Siniscola dalla zona industriale e proprio nei giorni scorsi – prosegue Tidu – assieme ai tecnici abbiamo verificato gli interventi che contiamo di fare prima dell’estate. Sulla Posada-La Caletta, è urgente rimettere in sicurezza il manto stradale ammalorato, e così la segnaletica soprattutto in prossimità degli svincoli per il mare. Nel tratto che va invece verso Siniscola, dove si è verificato il terribile incidente dei giorni scorsi, è necessario ripristinare la segnaletica mancante ma contiamo di intervenire anche sulla rotonda. Cercheremo di intervenire quanto prima con fondi che si trovano già nel bilancio provinciale».

Dovrebbero sbloccarsi a breve anche il lavori della strada di Su Mattone oggetto nei giorni scorsi delle lamentele dei residenti. «Entro il 31 marzo ci sarà l’aggiudicazione dei lavori ed entro il 15 aprile la consegna degli stessi – afferma il presidente dell’unione dei comuni Giuseppe Ciccolini – dando priorità a quelli interventi ritenuti più urgenti e nei tratti più pericolosi. Capisco la preoccupazione e i timori di chi abita
da quelle parti ma nel rispetto delle procedure, stiamo procedendo ad appaltare le opere per sistemare anche le strade delle frazioni del Comune di Torpè. Si interverrà nei pressi di Brunella e Talavà dove da tempo, sono state segnalate situazioni di pericolo per gli automobilisti».

TrovaRistorante

a Nuoro Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community