Nel nome di Emanuele una marcia per la vita

Siniscola, sabato manifestazione per rendere sicura la strada per La Caletta Gli amici del 18enne investito hanno coinvolto anche Comune e Provincia

SINISCOLA. Sabato mattina studenti, cittadini e sopratutto i tanti amici di Emanuele Tancale si ritroveranno alle nove in piazza Don Migliorisi per partecipare alla marcia in ricordo del giovane travolto domenica scorsa sulla provinciale per La Caletta. Il corteo, che arriverà sino a La Caletta ha lo scopo di richiedere una strada più sicura. L'iniziativa è dell’associazione volontari La Fenice con il consenso di centinaia di persone che stanno anche sottoscrivendo una petizione per realizzare un percorso pedonale e una pista ciclabile adeguatamente illuminata e protetta lungo la provinciale 3 che collega il capoluogo baroniese alla frazione marittima. In città subito dopo la terribile notizia dell’incidente ci si è mobilitati per prendere coscienza della situazione di pericolo in cui versa la strada teatro purtroppo negli ultimi anni di varie sciagure. Sia il Comune che la Provincia, hanno assicurato il loro impegno ad ottenere i finanziamenti necessari ma è soprattutto dalla gente che è arrivata una reazione convinta. Anche sui social, in questi giorni si è spesso ripetuto che la tragedia si sarebbe potuta evitare se quella strada, altamente trafficata da auto, ciclisti e pedoni, fosse stata attrezzata per essere percorsa in bici o a piedi. . Tra i primi a mobilitarsi Gianluigi Todde dell’associazione di volontariato La Fenice, con sede a Torpè e operativa nel 118 di Lodè. «Tutto nasce con un mio post su Facebook subito dopo l’incidente – spiega Gianluca – e l'apertura di una pagina apposita su che si chiama “Una strada per Emanuele”. Contemporaneamente alcuni amici del ragazzo e gli insegnanti, hanno promosso una petizione popolare che noi abbiamo condiviso. Abbiamo quindi coinvolto il territorio le varie realtà preposte al traffico e all'emergenza territoriale anche dei paesi vicini e anche la famiglia di Emanuele sarà con noi perché una strada Siniscola -La Caletta senza lumicini, insieme si può fare. Per la marcia di sabato, è arrivato il consenso di centinaia di persone e ci ha fatto capire l'importanza del problema. Noi metteremo a disposizione le ambulanze e il corteo sarà scortato dagli agenti preposti al traffico. Tutti devono sentire il dolore che proviamo. Invitiamo tutti quindi – conclude – a condividere quindi il progetto di una marcia per la vita». Lo scopo è di riuscire ad avere una strada più sicura, con illuminazione e pista ciclabile, strisce pedonali, asfalto nuovo e lampioni nella rotonda vicino alla ex Marfili ma anche un servizio
navetta attivo tra la cittadina e le frazioni soprattutto nei fine settimana e in occasioni di feste come quella del Carnevale che ha anticipato la tragedia. I moduli per firmare la petizione per la strada sicura, si trovano in decine di attività commerciali di Siniscola e dintorni.

TrovaRistorante

a Nuoro Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community