barisardo 

Fingono di vendere smart watch due abruzzesi denunciati

BARISARDO. Ancora truffe in Rete che vedono protagonisti involontari degli ogliastrini. Questa volta, i carabinieri della stazione della compagnia di Lanusei, guidati dal capitano Claudio Paparella,...

BARISARDO. Ancora truffe in Rete che vedono protagonisti involontari degli ogliastrini. Questa volta, i carabinieri della stazione della compagnia di Lanusei, guidati dal capitano Claudio Paparella, hanno denunciato a piede libero due giovani abruzzesi, originari delle zone di Pescara e di Chieti, che hanno truffato un giovane bariese che intendeva acquistare uno smart watch alla cifra vantaggiosa di 175 euro.

Come hanno spiegato i militari dell’Arma della compagnia, anche questa volta si è registrato il classico modus operandi dei truffatori in Rete. Tutto ha inizio con un annuncio sui siti di vendite online, con la richiesta del pagamento del prezzo fissato per l’acquisto della merce tramite una ricarica su carta
prepagata. I truffatori abruzzesi, dopo la denuncia del giovane bariese, sono stati scoperti e denunciati dai carabinieri della stazione, che sono riusciti ad accertare che la carta ricaricabile sul quale è stato effettuato l’indebito accredito, era riconducibile a loro. (l.cu.)

TrovaRistorante

a Nuoro Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community