Australia, biglietto di sola andata

Reportage su quattro giovani, di cui due nuoresi, che lavorano con successo e non sentono nostalgia

NUORO. Sono storie di successo, storie di chi ce l’ha fatta, non senza ostacoli ma con tanta volontà, coraggio e un pizzico di nostalgia. Racconti che Pino Lignuso, inviato internazionale catanese di nascita ma sardo di adozione, ha racchiuso nel reportage “Alla ricerca dei 4 mori”, presentato a Nuoro nelle sale dell’ExMe in collaborazione con l’amministrazione comunale e la Rb management, in un’anteprima nazionale dedicata ai familiari dei sardi presenti nel docufilm. Inizia a a Perth lo straordinario reportage di Lignuso che vede protagonisti quattro emigrati sardi, due dei quali nuoresi, affiancati per una giornata intera, dove si è potuto mostrare come vivono, come hanno reagito al cambiamento, quali sono stati gli stimoli che hanno portato ad un cambiamento radicale in una terra così lontana.

La prima storia è quella di Monica Seddone, nuorese che vive a Mandurah e sposata con un imprenditore australiano. In sala è presente la mamma Elena. Dopo gli studi a Milano, nel 2008 Monica decide di trasferirsi in Australia dove svolge ben tre lavori: affitta case (stesso lavoro che faceva anche in Sardegna), vende dolci per bambini nei fine settimana e fornisce alcuni supermercati di prodotti fatti in casa: in Australia è concesso. Lei in Sardegna non tornerà mai, senza pentimento per la scelta di vita fatta. «Qui fai un esperienza unica, cresci in fretta» spiega nel reportage Monica Seddone. Un consiglio per chi rimane in Sardegna: «Non lamentatevi mai, il lavoro quando non c’è bisogna inventarselo come ho fatto io».

Mauro Sanna di anni invece ne ha 30, nuorese doc e fidanzato con Diana, una splendida ragazza australiana. La sua storia inizia a Firenze dove si laurea in architettura. Per lui il grande “salto nel vuoto” si realizzerà dopo qualche anno dalla laurea, quando decide di cambiare vita e partire alla volta di Melbourne, dove da semplice cameriere in poco tempo diventa imprenditore, con un ristorante tutto suo, battezzato “Pausa Pranzo”, e ben sei dipendenti. In sala sono presenti Cesaria e Ventura Meloni zii di primo grado, visibilmente emozionati durante il collegamento Skype con il nipote. Il suo desiderio più grande è passare quattro mesi all’anno in Sardegna magari con una doppia attività. Sono piccoli pezzi di vita che scorrono veloci e coinvolgono lo spettatore trascinandolo in una realtà diversa sotto tanti punti di vista, sia culturali che sociali, riuscendo a mostrare un Paese grande come l'Australia attraverso tanti dettagli che contribuiscono a disegnare un quadro finale sorprendente, divertente e in grado di far riflettere il pubblico

. “Alla ricerca dei 4 mori” è una serie di reportage che racconta la vita dei sardi emigrati all'estero, con un taglio ritmato e coinvolgente. Per realizzare l'edizione in Australia è stato necessario un tour di sei settimane che ha toccato la città di Perth nel Western Australia, Darwin nel Northern Territory fino a Sidney e Melbourne. Il racconto di questo viaggio, cerca di far riflettere sulle credenze di chi si domanda,

in tema di emigrazione, quali siano le difficoltà che si affrontano in questi anni a differenza del passato e cosa può spingere ciascuno di noi a non tentate tutte le possibilità nella propria terra nativa. Qualcuno si pente a distanza di 40 anni, qualcuno non lo farà mai.
 

TrovaRistorante

a Nuoro Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller