Successo a Tortolì della prima “Stradacalciando”

Viale monsignor Virgilio chiuso alle auto per la manifestazione sportiva con oltre 270 bambini

TORTOLÌ. Il pomeriggio di sabato, lungo viale monsignor Virgilio, per l’occasione off-limits per auto e moto, è stato animato da circa 270 bambini e bambine che hanno partecipato alla prima edizione della manifestazione “Stradacalciando”. A promuoverla e organizzarla in maniera perfetta il Settore giovanile e scolastico della Figc e dalla Delegazione Lnd Ogliastra. Il tutto in collaborazione con le società cittadine Tortoli Calcio 1953, e l'Asd Castor 1977, oltre la Nuova Pro loco. Le società che hanno aderito e partecipato a “Stradacalciando” sono state dieci: Dorgalese, Fonni, Accademia Sarrabese, Tortolì Calcio 1953, Lanusei, Tertenia, Cardedu, Villagrande, Perdasdefogu, Accademia Ogliastra. Sono scese in campo, lungo i 16 campetti realizzati lungo il viale monsignor Virgilio, 32 squadre per un totale di 270 piccoli atleti (più gli istruttori) che hanno trascorso un pomeriggio all'insegna dello sport e del divertimento.

«Vivendo – hanno spiegato gli organizzatori e il Comune – in maniera piena la loro passione: correndo dietro il pallone sullo sfondo d'asfalto nei 16 campi da gioco allestiti nel centrale viale, per un giorno tutta per loro. Sei sono stati i gironi suddivisi nella categorie Primi calci e Piccoli amici, dai 5 agli 8 anni. A osservare con soddisfazione i baby calciatori c’erano anche il presidente della Figc Sardegna, Gianni Cadoni, e il coordinatore del settore giovanile della stessa Federazione italiana gioco calcio regionale, Mauro Marras».

Come hanno potuto constatare le migliaia di persone che hanno assistito alla prima edizione di “Stradacalciando”, è stato centrato in maniera piena «l’obiettivo di promuovere lo sport come agenzia di formazione e socializzazione, il calcio in particolare, e con il ritorno al passato: giocare in strada, considerato che i bambini e le bambine hanno potuto riprendersi gli spazi della cittadina, in pieno centro, e giocare liberamente».

Per l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Massimo Cannas l’augurio è che questa edizione possa essere la prima di una lunga serie. «Sono
eventi come questo – ha rimarcato l’esecutivo comunale – che riescono a creare momenti di unione, partecipazione, socialità. E che ha regalato a centinaia di bambini, ai loro genitori, e a tutti presenti un intero pomeriggio di grandi emozioni e tanta serenità». (l.cu.)



TrovaRistorante

a Nuoro Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community