Maestra morta, l’autopsia slitta a oggi

Il corpo dell’insegnante travolta sulla statale 131 è ancora sotto sequestro a disposizione dell’autorità giudiziaria  

NUORO. È stata spostata a questa mattina l’autopsia sul corpo dell’insegnante nuorese di 51 anni, morta sabato pomeriggio all’ospedale San Francesco dopo essere stata ricoverata in gravissime condizioni per le ferite riportate nell’incidente stradale, avvenuto la mattina sulla statale 131 in direzione Siniscola. La Procura di Nuoro ha aperta un’inchiesta per stabilire le responsabilità dell’assurda carambola di auto in cui ha perso la vita l’insegnante nuorese.

Saranno decisivi i rilievi svolti dagli agenti della polizia stradale, diretti dal comandante Giacinto Mattera, attraverso i quali sarà possibile ricostruire la dinamica dell’incidente e soprattutto, capire se la tragedia si sarebbe potuta evitare. In attesa degli esiti dell’autopsia sul corpo di Cinzia Usai che stabiliranno le cause del decesso, occorre aspettare anche gli esiti dei test psicofisici a cui sono stati sottoposti tutti i protagonisti dell’incidente. Sui funerali della donna ancora non si hanno certezze: potranno essere celebrati non appena la salma verrà restituita alla famiglia, probabilmente mercoledì.

Per uno strano gioco del destino Cinzia Usai, che quella mattina sarebbe dovuta essere a scuola da presto, aveva chiesto un cambio turno perché non si sentiva tanto bene. Avrebbe raggiunto più tardi la scuola elementare di Galtellì, dove insegnava. Intorno alle 10, a bordo della sua utilitaria, oltrepassata la prima galleria sulla 131, la donna ha frenato bruscamente per evitare una Fiat Panda finita contro il guard rail. Dopo un testacoda la Daihatsu della maestra si è fermata in direzione opposta. Giusto un attimo per riprendersi dallo spavento, e Cinzia Usai è scesa dalla vettura per raggiungere l’altra auto con a bordo il medico 28enne di Nuoro, Antonio Sanna, diretto a Dorgali per iniziare il turno di guardia. Pare stessero per segnalare l’incidente quando è sopraggiunta la Citroen C3 di un ventenne, sempre nuorese, che vista la scena non sarebbe riuscito a schivarli e, nonostante la frenata, li ha presi in pieno scaraventandoli a qualche metro di distanza. L’insegnante è apparsa subito gravissima, mentre il medico, nonostante la gravità delle ferite, quando è stato soccorso era cosciente. «Antonio Sanna era molto shockato – ha raccontato una donna che si è fermata per prestare le prime cure, in attesa che arrivassero gli operatori del 118 – Diceva che, insieme a lui, in auto c’era un’altra persona. Non riuscivamo a capire se oltre ai tre automobilisti coinvolti ci fosse una quarta persona ferita che però nessuno vedeva. Per fortuna così non è stato». Ferito in maniera meno grave l’autista della Citroen, Rocco
Carotti ha assistito sconvolto ai soccorsi sperando che tutti si salvassero. La notizia della morte di Cinzia Usai è giunta nel pomeriggio. La donna che era andata in arresto cardiaco e ricoverata in Rianimazione è spirata dopo qualche ora. Le ferite riportate non le hanno dato scampo.

TrovaRistorante

a Nuoro Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community