Oloè, lavori finiti al ponte ora la riapertura al traffico

Una squadra di operai ha tolto definitivamente anche l’impalcatura Il commissario della Provincia Tidu: «La parola ai tecnici e alla magistratura»

NUORO. Partito il countdown per la riapertura al traffico del ponte di Oloè, lungo la strada provinciale tra Oliena e Dorgali. La struttura che è stata sottoposta ad una lunghissima terapia per le profonde ferite riportate oltre cinque anni fa, è stata liberata dalla gabbia di ferro in cui era stata rinchiusa per consentire gli ultimi lavori. Il gruppo di tecnici della Gcr, la ditta di Ploaghe che fornisce strutture per eventi, proprietaria del modernissimo e unico in Sardegna ponteggio, ha terminato l’opera di smontaggio in tempi da record.

Un perfetto esempio di lavoro di squadra che è quello che ci sarebbe voluto fin da subito per portare a termine in tempi ragionevoli i lavori sul ponte, che invece sono andati per le vie lunghe come da copione quando si tratta di cantieri pubblici. Adesso c’è da riposizionare le barriere laterali di protezione che erano state rimosse per consentire il piazzamento del ponteggio, e risistemare il piano d’asfalto. Nel contempo è partito il conto alla rovescia per portare alla agognata riapertura al traffico delle auto.

Secondo le dichiarazioni rilasciate giorni fa dal commissario straordinario della Provincia di Nuoro, Costantino Tidu, non ci sarebbe da spettare tanto. «Finiti i lavori, bisogna aspettare i collaudi, sia quello statico che il certificato unico dei professionisti che abbiamo incaricato. Dopodiché ci sarà la richiesta di dissequestro e a quel punto la decisione ultima sarà in capo al magistrato» aveva commentato Tidu. «Mi auguro che sia un confronto tra i tecnici incaricati da parte del tribunale, i nostri tecnici, sulla base del certificato che noi presenteremo. I tempi? Abbiamo già incaricato sia per il collaudo statico che per il certificato unico, che avverrà entro il 14 giugno. Quindi tempi tecnici minimi e contestualmente ci sarà la richiesta di dissequestro perché abbiamo già incaricato il legale per procedere.

Se tutto va bene e con il consenso di tutti – conclude il commissario straordinario della Provincia di Nuoro – mi auguro che si possa aprire il ponte. Non sono un tecnico e mi affido a chi ha professionalità in materia che farà le cose a regola d’arte». Una battuta anche sulle condizioni disastrose delle provinciale Oliena Dorgali: «Compatibilmente

con le risorse a disposizione cercheremo di intervenire. Avremo occasione per parlare anche con l’assessore per recuperare altre risorse». Insomma: l’impressione è che per i rattoppi della strada ci sia ancora tanto da aspettare. Ma il ponte di Oloè è ormai pronto.
 

TrovaRistorante

a Nuoro Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community