Laboratorio teatrale all’ultimo atto

Posada, domani lo spettacolo “Lianò” curato dalla regista Pierangela Calzone

POSADA. Dopo l’applaudita rappresentazione dei ragazzi delle medie tocca ora agli adulti cimentarsi con il teatro. I Servizi sociali comunali, hanno infatti offerto la possibilità di partecipare ad un progetto di inclusione sociale attraverso l'attività teatrale che si concluderà domani sera nelle vie del paese. Il laboratorio, seguito da Pierangela Calzone è incentrato storia e storie dei giudicati di Sardegna, e in particolar modo sulla figura di Eleonora D'Arborea. «Questo argomento che le persone del gruppo hanno scelto all'unanimità – spiega la regista di Lula – ha consentito di creare momenti di confronto approfondimento e discussione costanti su temi come l'identità e l'accettazione della diversità. Fare teatro è una bellissima palestra per l'educazione all'accettazione dell'altro e degli altri e alla creazione di sostegno reale e reciproco, fra singoli e col gruppo». Il laboratorio è cominciato nel mese di novembre e ha visto il gruppo incontrarsi settimanalmente nell'anfiteatro di Posada sotto la guida della regista. Il percorso si concluderà domani sera con lo spettacolo “Lianò” con il pubblico che seguirà gli attori lungo una maratona teatrale che partirà dalla fontanella all’incrocio tra via nazionale e Santa Caterina subito dopo piazza Belvedere. L’appuntamento è per le 20 al centro storico, oltre a Pierangela Calzone, ci saranno Annamaria Cancedda, Mariolina Cossu, Annibale
Davoli, Fabrizio Depalmas, Marianna Massaiu, Giovana Melis, Marianna Peduto, Felice e Tonino Piras, Anita Podbelsek, Stefania Porcheddu, Sophie Pourroy, Peppe Sale, Simone Stara e Giuseppe Ventroni. Un gruppo composto da 15 persone di tutte le fasce di età, dai 15 ai 67 anni.(s.s.)

TrovaRistorante

a Nuoro Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community