Orosei, operato il carabiniere ferito

Scontro tra auto e camionetta dei militari: il conducente della vettura era sotto l’effetto dell’alcol

OROSEI. È stato trasportato in elicottero a Bologna per essere sottoposto a un intervento al bacino, il maresciallo dei carabinieri ferito assieme ad un collega domenica scorsa a Orosei. L’incidente che aveva visto coinvolti una Golf condotta da un giovane di Irgoli e la Land Rover della squadriglia dei carabinieri di Monte Pizzinnu, si era verificato davanti al santuario di Su Rimediu. La vettura guidata da Daniele Vedele era finita addosso al mezzo di servizio. L’autista era rimasto illeso ma gli altri tre occupanti avevano riportato ferite: trauma facciale e contusioni per Gianfranco Porcu; frattura del bacino per il maresciallo Enrico Zaniboni e alcune costole rotte per l’appuntato Giovanni Orlando che si trovava al posto di guida.

Per essere sottoposto a un intervento chirurgico, sabato il comandante della squadriglia è stato trasportato in elicottero a Bologna, con un volo civile organizzato dalla famiglia che ha ricevuto un prezioso supporto logistico da parte degli uomini dell’Arma, in collaborazione con il Cediam di Nuoro che ha messo a disposizione i medici anestesisti. Il velivolo è atterrato davanti al San Francesco ed ha caricato il ferito che ieri mattina è stato operato a Bologna. Tutto è andato bene, ma ci vorrà un lungo periodo di riabilitazione prima che possa eventualmente tornare in servizio. Per quanto riguarda la dinamica, gli accertamenti svolti

dalla polstrada hanno accertato che Vedele, oltre a non rispettare lo stop, avesse bevuto oltre il consentito. Il conducente è stato quindi segnalato all’autorità giudiziaria e dovrà rispondere del reato di guida in stato di ebbrezza e lesioni stradali gravissime. (s.s)
 

TrovaRistorante

a Nuoro Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO: DAL WEB ALLE LIBRERIE

Come vendere un libro su Amazon e da Feltrinelli