Scomparso dal 2008, chiesta la dichiarazione di morte presunta

ORGOSOLO. Dopo anni di ricerche vane, scatta la procedura di richiesta di dichiarazione di morte presunta. Se anche nei prossimi sei mesi non emergerà nulla di nuovo, il caso di Salvatore Elias sarà...

ORGOSOLO. Dopo anni di ricerche vane, scatta la procedura di richiesta di dichiarazione di morte presunta. Se anche nei prossimi sei mesi non emergerà nulla di nuovo, il caso di Salvatore Elias sarà archiviato definitivamente. È quanto disposto dal tribunale di Nuoro a distanza di undici anni dalla misteriosa scomparsa del pastore orgolese. Salvatore Elias era sparito nel nulla la notte a cavallo tra il 25 e il 26 agosto del 2008, nelle campagne di Pili Setzida, al confine dei territori tra Bosa e Villanova Monteleone. A dare l’allarme era stata una sorella dell’allevatore. Ricerche, speranze e appelli lanciati non sono serviti a niente. L’uomo, classe 1967, lavorava alle dipendenze di un’azienda agricola, nel territorio di Montresta. Conosciuto da tutti come una persona buona, dal carattere affabile e gentile, tra le sue frequentazioni annoverava un lungo elenco di amici e di persone che gli volevano bene. Eppure, sul finire dell’estate 2008, di quest’uomo giunto dalla Barbagia si perdono le tracce per sempre. Le indagini, inizialmente coordinate dalla Procura di Oristano, non hanno mai dato alcun esito. Nel 2016 la decisione di archiviare
l’inchiesta, una decisione che lasciò sgomenti i familiari. Un colpo durissimo per chi ha visto la propria esistenza sconvolta e ha atteso per anni e anni una risposta che non è mai arrivata. Ora il triste epilogo previsto dalle norme, con la richiesta di dichiarazione di morte presunta.

TrovaRistorante

a Nuoro Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community