Carnevale estivo: furcones e marratzos invadono La Caletta

Sabato sera il Festival della maschera tradizionale Organizza la Leva 73 in collaborazione con i Tintinnatos

SINISCOLA. In collaborazione con i Tintinnatos, la Leva 73 organizza per sabato a La Caletta il Festival della maschera tradizionale. Oltre ai padroni di casa prenderanno parte alla rassegna i seguenti gruppi: Donna Zenobia di Macomer, s’Orku foresu e is Mustayonis di Sestu, sos Urthos e sos Bottudos di Fonni, su Traigolzu di Sindia, sos Tumbarinos di Gavoi, su Maimoni e is Ingestus di Tertenia. Alle 19.30, subito dopo la vestizione, dagli spazi dell’ex casello del Genio civile di via Nazario Sauro, partirà la sfilata dei gruppi lungo le vie della frazione marina. Successivamente le maschere saranno presentate da Modesto Fenu e Marzia Littera, conduttori del programma televisivo “Silva manna”. A seguire un breve excursus sulle maschere di tutto il globo a cura della siniscolese Caterina Ortu, studiosa di etnologia e autrice del libro “Maschere del mondo”. «La maschera – spiega – non rappresenta soltanto un oggetto artistico o un atto creativo, ma si manifesta soprattutto come un segno comunicativo che accomuna tutti gli uomini nel tempo e nello spazio. Questo libro costituisce un excursus di carattere geo-etnografico tra i popoli alla ricerca di ciò che la maschera, più che nascondere, svela palesemente». Sarà questa una nuova iniziativi con protagonista il gruppo che ha riportato in auge la maschera locale: «Del Tintinnatu - spiegano – i siniscolesi hanno ricordi fino alla fine degli anni ’50 per poi eclissarsi». Questo il codice di abbigliamento da seguire: bonete, mucatore, issallu, camisa, ’unnedda, gambales a corrias o a butones, iscarpones, chintorja e furcones de linna nei quali appendere marratzos (campanelli) o concas. Contestualmente, la Leva 73 insieme alla leva 74
(«li abbiamo coinvolti con l’intento di creare una certa continuità e collaborazione con le leve successive», spiega la presidente Daniela Pipere), promuove per la stessa serata la sagra della pecora con due proposte di menù: bollita o in umido. In programma anche balli e musica sarda.

TrovaRistorante

a Nuoro Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community